Tesla investe 1,5 miliardi in Bitcoin

di Valentina Cervelli Commenta

Elon Musk dimostra ancora una volta il suo interesse per le criptovalute, agendo questa volta su Bitcoin: Tesla ha infatti investito 1,5 miliardi in questa moneta digitale, portandola a raggiungere il prezzo incredibile di 44 mila dollari.

Investimento di massima portata

Era nell’aria che qualcosa dovesse accadere tra il CEO di Tesla e le criptovalute, visto che il suo interesse negli ultimi giorni si era fatto estremamente alto: partendo da Dogecoin e dai tweet a riguardo fino al suo sbarco su ClubHouse, il nuovo social ad inviti all’interno del quale ha ribadito il suo sostegno a BTC, mandando letteralmente in tilt ha la piattaforma, incapace di contenere nella stanza creata appositamente tutte le persone che volevano partecipare alla conversazione per ascoltare cosa avesse da dire su questa criptomoneta il noto manager.

Oltre alle chiacchiere quindi sono arrivati anche i fatti: un investimento di circa 1,5 miliardi di dollari non è qualcosa che può passare inosservato nel mercato valutario, soprattutto se accompagnato dall’intenzione di cominciare ad accettare pagamenti in criptovalute per i propri prodotti.

Come era normale che fosse alla notizia il prezzo di Bitcoin ha toccato un nuovo record, sfruttando proprio la spinta data da Tesla e dal suo investimento: prima di scendere lievemente, ha infatti toccato i 44.701 dollari, facendo registrare un massimo storico. Secondo gli analisti che hanno osservato gli eventi ciò che ha fatto Tesla potrebbe rappresentare un punto di svolta per Bitcoin. Come ha spiegato Erik Turner, esperto in crypto di Messari a Reuters:

Credo che vedremo una serie di aziende che allocheranno risorse sul Bitcoin, ora che Tesla ha fatto la prima mossa. Ora una delle maggiori compagnie al mondo ha in portafoglio Bitcoin e ogni investitore che detiene titoli Tesla (o anche soltanto un fondo che replica l’S&P500) è esposto.

Le intenzioni di Tesla

Tesla ha ovviamente spiegato, attraverso un comunicato, la motivazione alla base del suo agire, sottolineando come l’investimento in Bitcoin faccia parte della sua politica di investimento e di massimizzazione dei ritorni sui contanti che possiede: pari a oltre 19 miliardi di dollari all’ultima trimestrale. All’interno della nota è stato anche ribadito che Bitcoin diventerà una forma di pagamento per i prodotti Tesla in futuro, ovviamente seguendo le normative vigenti e inizialmente solo su base limitata.

L’interesse di Elon Musk nei confronti delle criptovalute si è fatto più forte nelle ultime settimane, ma in pochi prevedevano una simile mossa da parte della società, attualmente tra le più fiorenti nel mercato finanziario. Senza dubbio, se si agito in questo modo, si vede nella criptovaluta un forte potenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>