Jeff Bezos lascia posto di ad in Amazon

di Valentina Cervelli Commenta

Jeff Bezos lascia il suo ruolo di amministratore delegato di Amazon: una mossa a sorpresa che non ci si aspettava ma che non significa “ritiro” da parte di uno degli uomini più ricchi del pianeta: semplicemente ha deciso di passare le consegne a qualcun altro.

 

Un abbandono che non è un addio

Quella di Amazon è un’avventura che è iniziata circa 30 anni fa, partendo da un piccolo progetto commerciale ideato all’interno di un garage: ora si parla del colosso commerciale più famoso e grande al mondo che ha portato il suo amministratore delegato e ideatore a essere per molto tempo l’uomo più ricco del pianeta. A sostituirlo arriva Andy Jassy, già Ceo di Amazon Web Services.

Jeff Bezos ha dato la notizia ai suoi dipendenti attraverso una lettera, nella quale ha spiegato le motivazioni del suo gesto e ha ripercorso la storia di Amazon fin dalla sua nascita. Non è mancato un accenno al fatto che questo abbandono non corrisponda a un pensionamento precoce. Si tratta  semplicemente di un passaggio di consegne che consentirà a Bezos di poter esplorare altri progetti in tutta tranquillità. Amazon è stata fondata nel 1994 ed è pian piano cresciuta fino a dominare il mercato: Jeff Bezos vuole ora dedicarsi anche al Washington Post e alla società spaziale privata Blue Origin, due progetti sui quali ha investito molto.

Bezos lascia con Amazon al top

Non è un caso che Jeff Bezos abbia scelto questo momento per rendere pubbliche le sue dimissioni da amministratore delegato: il suo annuncio è infatti arrivato in contemporanea alla presentazione dei risultati annuali, da record anche quest’anno complice la pandemia di coronavirus e la necessità delle persone di poter acquistare beni anche nel corso dei lockdown. Il manager ha deciso di dare priorità anche alle sue iniziative filantropiche come il Day One Fund e il Bezos Earth Fund .

Andy Jassy è da tempo considerato il braccio destro di Jeff Bezos e il suo collaboratore più fidato: non stupisce per questo che sia stato scelto lui per la posizione di amministratore delegato. Non bisogna dimenticare che il suo settore di amministrazione è quello più redditizio dell’azienda. Ovviamente l’ex amministratore delegato di Amazon continuerà ad avere influenza nel processo decisionale della società. Il curriculum del suo sostituto ci dice che a prendere in mano le redini di Amazon sarà un professionista laureato ad Harvard e originario di New York. Nonostante la sua indubbia preparazione e la posizione di rilevanza occupata in Amazon Andy Jassy ha sempre mantenuto un profilo discreto mai caratterizzato da scossoni o scandali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>