Mercato tecnologico. Apple supera il trilione. Un mercato che fa ricchi

di Daniele Pace Commenta

indice faangIl mercato tecnologico ha appena avuto un sussulto. La Apple è la prima azienda, quotata in borsa, che in assoluto supera il valore di capitalizzazione di mille miliardi. Un trilione tondo tondo, per una sola azienda, che in molti davano per spacciata, dopo la morte del fondatore Steve Jobs.

I mercati non avevano fiducia nella successione a Tim Cook, che invece ha stupito tutti.

Ma la Apple aveva già stupito, dopo il rischiato fallimento degli anni ’90.
L’indice FAANG, che raccoglie tutti colossi di internet, Facebook, Apple, Amazon, Netflix e Google, ha oggi un valore di 3.415 miliardi di dollari, con un +27% solo quest’anno.

Il mercato tecnologico

Per chi ha scommesso subito sui grandi di internet, si è trattato di un vero e proprio arricchimento senza sforzi. Un po’ come chi ha preso l’onda iniziale delle criptovalute. Ma il tecnologico continua a stupire.

Le azioni Amazon, solo quest’anno, sono cresciute del 52% in borsa, per 895 miliardi di capitalizzazione. La migliore? È Netflix, con un balzo del 72% e “solo” 150 miliardi di capitalizzazione. Facebook vale invece 510 miliardi, ed è l’unica con segno negativo (-1,7%). Ma per il più famoso dei social media è stato un anno difficile, con lo scandalo sulla violazione dei profili. Ma Facebook ha fatto, nel solo 2017, profitti per 15,9 miliardi, un +56% rispetto al 2016.

Se avessimo investito in queste aziende al loro debutto, ora saremmo ricchi. Per esempio, la prima ad esordire in borsa fu la Apple. Era il dicembre 1980 e le azioni costavano pochissimo. Con 470 dollari avremmo comprato mille azioni, che oggi valgono 207.000 dollari (rendimento annuo dell 18%).
Amazon e Netflix sono in borsa da 16 anni. La prima valeva 14 dollari per azione, l’altra addirittura un dollaro. Oggi valgono rispettivamente 1.837 e 347 dollari, con rendimenti del 35,6% e del 44% nel secondo.

Google costava, nel 2004, 85 dollari ad azione. Oggi ogni azione vale 1.226 dollari. Facebook valeva 38 dollari, oggi 178. Insomma, occhio al tecnologico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>