Emissione dividendo Apple dopo morte di Steve Jobs

di Simone Commenta

La figura di Steve Jobs è stata senza dubbio decisiva e rivoluzionaria per l’intero settore tecnologico: la sua creatura, la Apple, ha soddisfatto milioni e milioni di consumatori ed era inevitabile che anche la sua morte avesse delle ripercussioni evidenti in molti ambiti. In effetti, dal momento della sua scomparsa, il titolo del colosso di Cupertino ha subito degli sbalzi piuttosto evidenti. Tutto è cominciato proprio lo scorso 5 ottobre, il giorno della morte di Jobs, quando il New York Stock Exchange ha fatto registrare una perdita di terreno molto corposa, ance se poi si è ottenuta una importante compensazione grazie al lancio e alle successive vendite dell’iPhone 5.

PERCHE’ APPLE NON AUMENTA IL DIVIDENDO
Il segmento a cui bisogna ancora guardare per capire come si sono evolute le contrattazioni è il Nasdaq, il mercato di Wall Street dedicato appositamente alla quotazione automatizzata. D’altronde, qualche mese fa ci si era stupiti del fatto che questa instabilità coinvolgesse immediatamente il titolo Apple, anche perché lo stesso Steve Jobs, consapevole del poco tempo che gli rimaneva a disposizione, aveva designato in anticipo il suo successore, l’attuale amministratore delegato Tim Cook. A distanza di parecchi giorni, comunque, la multinazionale americana fa ancora parlare di sé per l’insperato ritorno al dividendo dopo ben diciassette anni di attesa, una vera e propria manna per gli investitori di tutto il mondo.

APPLE DOPO LANCIO IPAD 3

La distribuzione è quindi una realtà concreta e a impreziosire il tutto ci ha pensato anche l’autorizzazione di un piano di riacquisto di azioni proprie (il cosiddetto “buy-back”), per un importo non superiore a dieci miliardi di dollari. Si tratta, dunque, della prima decisione importante dal punto di vista strategico da quando il fondatore della Apple non c’è più: in effetti, non è un caso che il dividendo sia tornato proprio ora, dato che Jobs si era detto sempre contrario a queste scelte e a qualsiasi tipo di politica di riacquisto azionario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>