Rbs, investimenti sull’oro con un nuovo Etc

di Redazione 1

Il fascino dell’oro è davvero intramontabile, soprattutto in questo momento in cui i mercati finanziari internazionali vivono una delle fasi più critiche della loro storia: la sicurezza di questa preziosa commodity consente agli investitori di allocare in maniera più adeguata i propri assets in portafoglio e di beneficiare di un rendimento interessante. Sono questi i motivi che hanno spinto Royal Bank of Scotland a lanciare un nuovo Exchange Traded Commodities focalizzato sul biondo metallo, il quale beneficia di una negoziazione presso la nostra Borsa Italiana. Si tratta, nello specifico, dell’Rbs Physical Gold ETCi. Quali sono i motivi e le caratteristiche che lo rendono così appetibile? Gli investitori interessati si espongono alla stessa maniera di coloro che acquistano e conservano l’oro fisico, ma in questo caso sono scongiurati tutti quei problemi che sono legati proprio a tale gestione, in primis i rischi e gli alti costi.

In pratica, questo specifico Etc replica in modo perfetto l’andamento della quotazione aure, con tanto di denominazione in euro e al netto delle commissioni totali che sono dovute ogni anno. In aggiunta, il valore dello strumento in questione viene coperto da veri e propri lingotti d’oro, vale a dire quelli dei caveau della stessa banca scozzese; quindi, nell’ipotesi malaugurata di un default, saranno proprio i lingotti a tutelare l’investitore, un riparo senz’altro gradito. L’acquisto può essere effettuato presso l’istituto di credito di fiducia, con un investimento minimo di un solo prodotto, senza dimenticare la tassazione che grava su tutti i fondi come questo, ovvero il 12,5%.

Il codice Isin di riferimento sarà DE000A1ESY66, con una commissione totale annua fissata allo 0,28% e nessuna commissione di entrata, di uscita o relativa alla performance: un ulteriore fatto che deve essere rimarcato assolutamente è che ci troviamo di fronte alla commissione più bassa tra tutti gli Exchange Traded Commodities che sono quotati nel nostro paese.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>