Previsioni 2014 – 2015 Platino, Palladio e Oro

di Marco Preziosi Commenta

 Il 2013 è stato un anno che ha visto un chiaro incremento degli investimenti sui metalli nobili, dall’Investire nell’oro di carta all’Oro sopra i 1.400 dollari in vista attacco USA alla Siria. In molti utenti si sono avventurati negli investimenti dei metalli nobili. Ecco tutte le previsioni dei prossimi mesi.

Platino. Vi sarà un rialzo tra l’inizio del 2014 fino al 2015. Attualmente il platino è cresciuto circa del 6,7%, un aumento che lo ha riportato ai livelli della metà del 2012. Il rialzo del platino è dovuto, secondo quanto riportato dagli esperti della banca d’affari, al deficit di mercato e alle tensioni che si sono sviluppate nel Sud Africa per le rinegoziazioni biennali dei salari. Si stima un prezzo del platino di 1.600 dollari l’oncia per quanto riguarda il 2014 e quello che è un prezzo l’oncia di 1.700 per quanto riguarda il 2015 (un notevole rialzo se si pensa al prezzo del 2013, 1.538 l’oncia).

Palladio. Il palladio, secondo sempre le stime degli economisti, avrà un incremento del 20% annuo in base alla crescita delle importazioni cinesi. Intanto prosegue il deficit di offerta per quello che è il secondo anno consecutivo. Previsioni: 795 dollari l’oncia per il prossimo anno e 900 per quello che è il 2015 (745 nel 2013).

Oro. Dopo un aumento molto forte negli ultimi 5 anni, l’oro, negli ultimi mesi, ha visto più volte ricadute al ribasso. Questo è dovuto dal fatto che gli elementi che hanno visto il rialzo in passato, come l’acquisto delle banche centrali e i rischi d’inflazione a medio termine) hanno chiaramente perso la loro influenza. Per quanto riguarda l’oro, le previsioni sono di 1.3010 dollari l’oncia nel 2014 e di 1.190 dollari l’oncia per quanto riguarda il 2015.

Photo Credits – Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>