Polonia: la Borsa di Varsavia leader delle vendite azionarie

di Redazione Commenta

La Borsa polacca di Varsavia è letteralmente in fermento: la piazza finanziaria sta attirando un numero sempre maggiore di offerte pubbliche iniziali, addirittura superiori a quelle dell’Europa occidentale. In particolare, sono soprattutto le compagnie slovene, lituane e ucraine che si stanno interessando alla Polonia per la loro prima quotazione azionaria, una sorta di fratellanza finanziaria tra paesi dell’est europeo. Eppure, il Warsaw Stock Exchange esiste solamente da vent’anni, un breve lasso di tempo che non gli ha però impedito di diventare il mercato leader per le Ipo. Nel dettaglio, il 2011 si sta caratterizzando per dei record importanti in questo senso, con 73 offerte in questi primi cinque mesi, ben superiori alle venticinque dell’intero 2010. Le ultime adesioni sono giunte da Nova Kreditna Banka Maribor, secondo maggior istituto di credito della Slovenia, e da Avia Solutions Group, attivo a Vilnius nei servizi aeroportuali.


Il picco tendente al rialzo era comunque cominciato lo scorso mese di dicembre. I vertici delle società appena citate e quelli delle altre coinvolte in tali offerte si stanno focalizzando sulla Polonia per le garanzie che essa offre in fatto di liquidità azionaria, la quale viene considerata una delle più alte in assoluto. C’è comunque da precisare che, mentre il numero di cessioni di titoli azionari sta crescendo in modo esponenziale, le dimensioni di tali prodotti sono minori rispetto a quelle dell’Europa occidentale: le Ipo di Varsavia hanno fatto registrare un volume d’affari pari a 777 milioni di dollari, con un valore medio di quasi undici milioni, mentre gli altri paesi possono vantare una media di ben 423 milioni, per un ammontare complessivo di diciannove miliardi di dollari.

Ma nella Repubblica europea non sembrano preoccuparsi di questo confronto: per ora c’è l’orgoglio delle numerose piccole quotazioni, tanto che la Borsa potrebbe specializzarsi sempre più in questo ambito con nuovi accordi, cercando di offrire il minor rischio possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>