Gli Etf polacchi conquistano sempre più investitori

di Redazione Commenta

C’è un paese ben preciso a cui si riferiscono alcuni tra gli Exchange Traded Fund più appetibili di questo momento, la Polonia. Due giorni fa il premier Donald Tusk ha annunciato l’apertura di un referendum per consentire delle modifiche alla costituzione polacca, il possibile preambolo all’ingresso nell’eurozona. Come è noto, l’attuale valuta di questa nazione è lo zloty, ma nulla è più sicuro alla luce di quanto sta accadendo ultimamente. Il passaggio all’euro come moneta unica potrebbe richiedere ancora alcuni anni, ma gli effetti di un simile passaggio di consegne si possono avvertire già ora per quel che concerne due Etf specifici (vedi anche Importi record per i nuovi bond della Polonia).

Si tratta, per la precisione, dell’iShares Msci Poland Capped Investable Market Index Fund e del Market Vectors Poland Etf, i quali vantano insieme una gestione di assets finanziari pari a circa 180 milioni di dollari, cifra destinata a salire nei prossimi mesi. Gli strumenti finanziari in questione hanno dovuto gestire le paure di quest’anno relative alla crescita economica di Varsavia. Il prodotto interno lordo del paese dell’Europa orientale dovrebbe infatti crescere nel 2013 di appena 1,2 punti percentuali, stando almeno alle ultime stime della Commissione Europea.

In caso le previsioni si concretizzassero si tratterebbe del ritmo più lento di crescita degli ultimi dodici anni, ma si sta pur sempre parlando di un mercato emergente. Gli Etf polacchi sono diventati progressivamente appetibili per le maggiori garanzie che offrono agli investitori rispetto agli stessi fondi di paesi membri dell’eurozona. Ad esempio, il Global X Ftse Greece 20 Etf sta pffrendo oltre il 20% annuo, mentre il nostro iShares Msci Italy Index Fund è in calo del 14,2%. La crescita economica della Polonia la classificherà difficilmente tra le nazioni “periferiche” dell’eurozona, ma senza dubbio il confronto con la Grecia non regge e non è difficile immaginare investitori più interessati a Varsavia rispetto ad Atene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>