Mondo TV, aumento capitale per la famiglia Orlandi

di Redazione 2

Il consiglio di amministrazione di Mondo TV, la spa romana attiva nella produzione e distribuzione di audiovisivi animati, ha deliberato un importante aumento di capitale che potrà interessare tutti quegli investitori che detengono le azioni della compagnia in questione: nello specifico, il prezzo di emissione che è stato scelto in questo caso è pari a 5,20 euro. Gli obiettivi sono facilmente intuibili, visto che la stessa Mondo TV è fortemente intenzionata a tagliare l’entità del proprio debito interno, operazione possibile soltanto in tale maniera, visto che il quantitativo ammonta a 5,6 milioni di euro. Di conseguenza, l’aumento del patrimonio sarà identico all’indebitamento. L’operazione interessa da vicino la famiglia Corradi (in primis Orlando Corradi, presidente e amministratore delegato del gruppo), la quale porterà la propria partecipazione fino al 70%.

Il tutto, comunque, dovrebbe essere completato entro e non oltre la fine del 2011. L’aumento, inoltre, riguarderà anche la moglie del numero uno di Mondo TV, Giuliana Bertozzi, azionista di maggioranza che beneficerà della somma più elevata (circa 4,9 milioni); volendo essere ancora più precisi, c’è da dire che si procederà con un’apposita conversione del credito, la quale verrà poi indicata nel dettaglio all’interno delle scritture contabili dell’azienda. Tra l’altro, il prezzo di emissione che è stato menzionato in precedenza tiene conto ampiamente di quelle che sono le attuali condizioni di mercato e i possibili rischi che si potrebbero correre; inoltre, Mondo TV non poteva non prendere in esame le recenti performance del proprio titolo, tutti fattori che hanno poi determinato i 5,20 euro finali.

La quota è comunque consona alla visione di PriceWaterhouseCoopers, la quale ha svolto il ruolo di revisore legale dei conti aziendali. Il commento di Orlando Corradi è stato positivo e improntato all’ottimismo: in effetti, oltre all’incremento delle quote, potrebbero migliorare sensibilmente i business societari, puntando poi a dei prezzi ancora più alti per il 2012.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>