Il mercato immobiliare si sta riprendendo secondo i dati di Nomisma

di Marco Preziosi Commenta

L’osservatorio sul mercato immobiliare, gestito da Nomisma, parla di piccoli ma importanti segnali di ripresa del settore. Dopo anni di crisi estremamente dura e di compravendite diminuite in maniera vertiginosa, in questo periodo sembra che la tendenza alla stabilizzazione si stia imponendo per il mercato immobiliare, anche se i dati di crescita sono previsti per i prossimi anni. Secondo i dati, le compravendite in Italia sono ancora in calo, ma dell’8,3%, facendo quindi registrare una diminuzione decisa rispetto ai dati di flessione elevata registrata lo scorso anno nello stesso periodo. Infatti, nel 2012 il dato era di compravendite in calo del 25,8%.

Nomisma vede in questi dati una tendenza alla stabilizzazione del mercato immobiliare per effetto della probabile conclusione della spinta recessiva.

Le previsioni per il prossimo anno sono di una crescita delle compravendite che si dovrebbe aggirare attorno al 9%. Una situazione economica che lascia immaginare la continuazione dell’aggiustamento dei prezzi degli immobili, iniziato dopo la caduta delle compravendite e ancora in presente. La previsione è che il repricing continuerà per i prossimi due anni, anche se con una intensità sempre meno efficace.

I dati proposti da Nomisma, nello specifico, mostrano una diminuzione delle compravendite di immobili non residenziali del 7,1%, un risultato sensibilmente migliore del -24,1 fatto registrare l’anno scorso nello stesso mese.

I segnali del mercato immobiliare sono quindi una timida ripresa del quadro congiunturale e di una stabilizzazione. La stabilizzazione della domanda e dell’offerta e il fatto che il mercato si volge maggiormente verso le locazioni, soprattutto nelle città, sono aspetti che identificano la situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>