Export in calo dall’inizio dell’anno

di Redazione Commenta

I dati dell’export italiano, ed anche Europeo, parlano chiaro, il mercato delle esportazioni è in calo. Un calo che si è cominciato a registrare dall’inizio dell’anno nonostante le stime fatte sul settore, stime che non prevedevano i reali dati negativi.

Export meno due percento tra giugno e luglio

Infatti, nei primi sette mesi del 2013, da gennaio e luglio, il settore dell’export italiano ha perso punti, in particolare da giugno a luglio che hanno registrato un -2%. Un calo notevole che ha influenzato l’intera economia italiana, avendo delle ricadute negative sui seguenti settori: settore della siderurgia, settore della fonderia, settore dei metalli preziosi e settore dei metalli di base.

Crisi italiana ma anche europea con un’unica eccezione: il Regno Unito

Ma la crisi delle esportazioni non ha colpito solamente l’Italia anzi, i dati negativi si sono registrati nelle principali economie europee. Ad eccezione delle Gran Bretagna, che è riuscita ad ottenere dei dati positivi, l’economia che hanno registrato un calo nelle esportazioni, oltre l’Italia, sono state: Spagna, Francia e Germania.

Nel dettaglio, l’export italiano, è riuscito ad avere un bilancio positivo che si è legato ad una giornata lavorativa in più senza la quale non vi sarebbe stato alcun segno positivo. Del resto, si analizzano i vai dei primi sette mesi dell’anno ma anche tra agosto e settembre l’export non ha registrato segni di ripresa. Segnali di ripresa che il mercato italiano si aspetta o sui cui spesa dato che la diminuzione delle esportazioni ha accentuato un punto debole dell’attuale economia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>