Ita Airways, Lufthansa lancia la sua offerta

Spread the love

Lufthansa lancia la sua offerta per Ita Airways. Più nello specifico la proposta è arrivata per acquistare una quota del vettore italiano. La notizia è stata data direttamente dal vettore tedesco.

Partecipazione al 40% in Ita Airways

In una nota ha confermato di essere impegnato nell’acquisizione di una partecipazione in Ita Airways. Spiegando che inizialmente avverrà la compravendita di una quota di minoranza e che poi verranno organizzate opzioni per comprare altre azioni. Lufthansa ha spiegato di aver presentato una lettera di intenti al Mef, attualmente unico azionista del vettore italiano.

Il ministero ha fatto sapere che valuterà la congruità dell’offerta in base a quelli che sono i requisiti previsti e che non sono arrivate altre offerte alla scadenza dei termini fissati. Air France-KLM ha reso noto contestualmente che non avrebbe partecipato in questo caso, ma che avrebbe continuato a monitorare la situazione con attenzione. Questo perché è interessata a mantenere dei rapporti commerciali con Ita Airways.

Non sono stati forniti da parte dei tedeschi numeri a proposito dell’operazione. Ma i teutonici hanno comunque indicato che nel caso in cui entrambe le parti decidessero di andare avanti con la firma del memorandum d’intesa, ulteriori negoziati avverranno su base esclusiva.

Indiscrezioni stampa vogliono Lufthansa pronta a versare 300 milioni attraverso un aumento di capitale che consenta di acquistare una quota di minoranza del 40%, per poi proseguire in base agli accordi verso il 100%. Le trattative con il Ministero delle Finanze si concentreranno principalmente sulle modalità dell’investimento azionario, sull’integrazione operativa e commerciale all’interno del gruppo di Lufthansa e sulle sinergie derivanti.

Lufthansa da sempre interessata al vettore

 

L’Italia è da sempre considerata dall’azienda tedesca come il mercato più interessante e importante al di fuori di quello domestico e quello americano. Ragione per la quale Ita Airways è sempre stato considerato un vettore di primario interesse.

Non dobbiamo dimenticare che per tutto il tempo di commissariamento di Alitalia e dalla nascita di Ita Airways i tedeschi hanno sempre mostrato interesse per il vettore. Richiedendo però una sua forma più snella e facile da gestire e rivalutare. L’attuale organizzazione della compagnia aerea italiana è proprio quello che hanno sempre ricercato, sia per flotta che per personale.

Ovviamente il governo pretende che vengano garantite diverse cose tra cui i livelli occupazionali tutelando i principali aeroporti della penisola: Fiumicino, Malpensa e Linate.

I sindacati ovviamente prendono atto dell’offerta. Pur giudicandola potenzialmente positiva, pretendono che il Governo abbia un ruolo importante nella trattativa. Questo significa che non deve essere perso altro tempo e che si debba pensare alla tutela dei lavoratori.

Lascia un commento