Fininvest: si punta sulla rivalutazione del Lussemburgo

di Simone Commenta

La rivalutazione che Fininvest, celebre società di proprietà della famiglia Berlusconi, ha posto in essere nei giorni scorsi si è rivelata davvero sostanziosa e importante: l’ammontare preciso di tale operazione è pari a oltre 33 milioni di euro ed è stata effettuata sulla società controllata del Granducato di Lussemburgo, vale a dire Trefinance. Quali sono gli obiettivi dell’azienda milanese in quest’ottica? Anzitutto, c’è la reale intenzione di fornire un adeguato sostegno ai conti fatti registrare nel corso dell’ultimo anno dalla società per azioni del premier Silvio Berlusconi. In pratica, si tratta di quanto è emerso dalla lettura del bilancio relativo al 2009 della holding guidata da Marina Berlusconi, un documento che è stato approvato nel corso dell’assemblea degli azionisti che risale ormai a un mese fa e che è stato appunto depositato proprio nei giorni scorsi. Che cosa c’è da dire in tal senso?


Le stime di Fininvest spa sono piuttosto altalenanti, visto che il profitto che è stato realizzato ammonta a 217,82 milioni di euro, un risultato in calo rispetto a quanto era stato posto in essere nell’esercizio precedente (circa 241 milioni), anche se bisogna sottolineare che la redditività dell’azienda è riuscita a sfruttare in maniera totale la componente straordinaria che si riferisce a questa rivalutazione. L’operazione ha dunque avuto il successo sperato: Trefinance svolge soprattutto il ruolo di società-tesoriere del gruppo lombardo ed è ad essa che fanno capo gli investimenti in hedge fund e in private equity.

Per quel che concerne poi gli altri dati, occorre rimarcare il declino delle svalutazioni derivanti da altre attività (si è giunti fino a un poco invidiabile totale di 3,5 milioni di euro). L’utile della compagnia, infine, è stato distribuito ai soci come dividendo per un ammontare pari a 199,68 milioni, con il restante denaro destinati a nuovo utilizzo. I ricavi consolidati sono stati invece di 5,43 miliardi, un dato anch’esso in lieve rialzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>