Dexia Crediop: tasso fisso per l’avventura nel Mot

di Redazione Commenta

La giornata di lunedì prossimo, 13 giugno 2011, vedrà ancora una volta come protagonista Borsa Italiana e uno dei suoi segmenti principali, il Mercato Telematico delle Obbligazioni (Mot): saranno infatti avviate le negoziazioni di un nuovo bond a tasso fisso, emissione che riguarderà da vicino Dexia Crediop, l’istituto nato nel 1999 dalla fusione tra la belga Dexia e il Consorzio di Credito per le Opere Pubbliche (Crediop). Con quale tipo di titolo avranno a che fare gli investitori? La denominazione precisa è “Serie Ordinaria n. 6 Tasso Fisso 5% 2011-2017”, mentre il codice Isin di riferimento sarà IT0004729452. Si tratta del classico bond da negoziare a corso secco e che andrà a prevedere un valore nominale unitario di mille euro: dato che le obbligazioni in questione sono 300mila, allora il valore complessivo dei prodotti in circolazione ammonterà a trecento milioni di euro.


Questi strumenti, inoltre, saranno in grado di fruttare degli interessi lordi annui, da pagare il 7 dicembre di ogni anno. Dexia Crediop ha quindi deciso di venire incontro a quei soggetti che prediligono il tasso fisso; in effetti, questi bond sono rivolti soprattutto a coloro che puntano a un rendimento costante per tutta la durata dell’investimento, anche se si dovessero verificare delle variazioni per quel che concerne i tassi di mercato. Un ulteriore beneficio è quello degli interessi, i quali saranno uniformi in ogni periodo in cui si usufruirà delle cedole. Cosa succede, poi, se si cede il prodotto prima della scadenza effettiva?

Ricordando che questa serie giungerà a maturazione nel 2017, quindi tra sei anni esatti, occorre aggiungere che la vendita potrebbe provocare un’influenza decisiva sul valore, visto che sono determinanti le modifiche subite dai tassi di interesse. Infine, spostando l’attenzione sull’ambito fiscale, c’è da dire che agli interessi e ai frutti di tali obbligazioni sarà applicata l’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi, la quale ammonta al 12,5%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>