Gruppo Cir: Sorgenia, finanziamento per il fotovoltaico

di Fil Commenta

 Sorgenia, società controllata dal Gruppo Cir, e partecipata dalla società tedesca Verbund, ha sottoscritto con Unicredit MedioCredito Centrale e con il Monte dei Paschi di Siena una linea di credito avente un controvalore pari a ben 70 milioni di euro con la finalità di crescita nel mercato italiano del fotovoltaico. Le risorse, infatti, permetteranno a Sorgenia sia il rifinanziamento di sette insediamenti che risultano essere già operativi, sia la realizzazione di nuovi impianti di produzione di energia elettrica con la tecnologia del fotovoltaico per una potenza cumulata complessiva pari a ben 15 MW. Sarà nello specifico la società controllata Sorgenia Solar a costruire i nuovi impianti ma anche ad occuparsi della messa in esercizio e della manutenzione; per quanto riguarda i componenti, che saranno acquistati presso fornitori qualificati, Sorgenia ha fatto presente come potranno essere sfruttate in materia di impianti fotovoltaici le tecnologie più moderne e più avanzate, tra cui i pannelli a film sottile e gli inseguitori solari biassiali e mono-assiali.

Per quanto riguarda la stipula del finanziamento, la sua strutturazione è avvenuta da parte del Gruppo Sorgenia avvalendosi dello Studio legale Clifford Chance, mentre le banche finanziatrici si sono avvalse nelle fasi documentali, ed in quella di due diligence, di PriceWaterhouse Coopers, Linklaters, Marsh e CESI. In questo modo la controllata Sorgenia Solar potrà in futuro consolidare la propria posizione nel mercato italiano del fotovoltaico puntando ad una capacità complessiva cumulata degli impianti pari a 50 MW rispetto agli attuali 13 MW già installati.

Sorgenia Solar è attiva nel fotovoltaico dal 2005 attraverso la produzione e commercializzazione dei moduli fotovoltaici per gli impianti di piccole dimensioni, mentre per i grandi parchi fotovoltaici, secondo la formula “chiavi in mano”, si occupa di tutte le fasi: dallo sviluppo alla costruzione e fino ad arrivare alla messa in esercizio ed alla successiva attività di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>