Bond federali: la Russia offrirà il rendimento più alto da luglio

di Redazione Commenta

L’ultima offerta finanziaria della Russia potrebbe apparire più che appetibile agli occhi di moltissimi investitori: i rendimenti che sono stati messi a disposizione dai bond federali, infatti, hanno raggiunto il loro punto massimo, come non accadeva da almeno due mesi, a causa, in particolare, dell’attuale tasso di inflazione. Alexei Koudrine, ministro russo delle Finanze, dovrebbe emettere a breve circa 35 miliardi di rubli (1,1 miliardi di dollari) in obbligazioni di questo tipo, le cosiddette Ofz (sigla che sta a indicare le Obligatsyi Federal’nogo Zaima): la scadenza sarà quinquennale (luglio 2015), con un prezzo iniziale superiore del 7,3% rispetto a quello attuale. Tra l’altro, il vasto stato europeo non è riuscita a vendere proprio gran parte di questi strumenti finanziari negli ultimi tre anni: attualmente, siamo già a conoscenza del fatto che Citigroup non provvederà ad acquistare alcun bond federale che giunga a maturazione dopo il 2013, a causa soprattutto degli alti costi dei prestiti.


I principali prestatori sono IFC Metropol e Bank Zenit, i quali devono far fronte agli accresciuti tassi di interesse della banca centrale (Bank Rossii ha lasciato inalterati i tassi di rifinanziamento, comunque, dopo ben quattordici tagli consecutivi tra aprile 2009 e lo scorso mese di maggio). Le previsioni per il 2010 dello stesso ministero delle Finanze parlano di un’inflazione in crescita tra il 6% e l’8%, piuttosto in linea con quanto era stato rilevato nel corso dell’anno precedente.

Il governo di Mosca ha già venduto 314 miliardi di rubli in totale per quel che concerne le Ofz: si tratta, in pratica, di misure volte a raggiungere gli obiettivi di quest’anno, vale a dire un budget di bilancio pari al 5,3% del prodotto interno lordo. Infine, secondo Ekaterina Gorbunova, numero uno degli analisti creditizi di Bank of Moscow, la domanda per bond a maturità a lungo termine sarà buona, visto che si può contare su questo rendimento di primo ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>