Banca MPS colloca con successo emissione RMBS

di Fil Commenta

Il Gruppo bancario Monte dei Paschi di Siena ha annunciato in data odierna, mercoledì 17 novembre 2010, d’aver collocato con successo un’emissione di “RMBS”, ovverosia di Residential Mortgage Backed Securities, interamente destinati all’euromercato. Per il collocamento dei Residential Mortgage Backed Securities, che è stato strutturato da MPS Capital Services, il Gruppo bancario si è avvalso, in qualità di Book Runners e di Joint Lead Managers, della stessa MPS Capital Services, di RBS e di JP Morgan. L’operazione di emissione e collocamento dei Residential Mortgage Backed Securities, in accordo con quanto mette in risalto con un comunicato ufficiale la stessa Banca MPS, è particolarmente significativa se i considera che, dall’inizio della crisi, scoppiata tre anni fa, quella perfezionata rappresenta la prima operazione di emissione di Residential Mortgage Backed Securities originata da una banca italiana, ragion per cui il Gruppo bancario sottolinea come in tal senso si riapra in tutto il Sud Europa il mercato dei titoli ABS.

Per quel che riguarda le caratteristiche dell’emissione e dei titoli Residential Mortgage Backed Securities collocati, per un ammontare complessivo pari a 3.479,5 milioni di euro, ed integralmente assistita da finanziamenti ipotecari residenziali del Gruppo Monte dei Paschi di Siena, questa è suddivisa in quattro tranche. Le tranche A1 ed A2 hanno avuto come destinazione gli intermediari finanziari e gli investitori qualificati, mentre le tranche di classe B ed A3 sono state sottoscritte da MPS Capital Services.

Diffuso è stato l’interesse da parte degli investitori di quasi tutti i Paesi del Vecchio Continente a fronte delle maggiori adesioni che sono giunte da Italia, Francia, Olanda, Usa, e poi a seguire Svizzera, Norvegia, Germania e Danimarca. Per tipologia di investitori, invece, a primeggiare con una quota del 36% sono state le banche e poi a seguire i Fund Managers le compagnie di assicurazione, i Fondi Pensione ed i cosiddetti “Supranationals”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>