Banca Italease: le novità sulle cedole di Preferred Securities

di Simone Commenta

 Banca Italease ha informato proprio in questi giorni che la cedola in previsione per il prossimo 8 marzo, in relazione all’emissione di Preferred Securities e per un ammontare pari a 150 milioni di euro (operazione che è stata garantita dalla stessa società), non sarà più corrisposta; in effetti, la decisione è stata presa visto che ricorrono le condizioni per cui la sospensione può aver luogo, in base alla disciplina dei contratti e a quella di vigilanza. C’è da dire, in particolare, che l’ultimo bilancio annuale individuale che è stato approvato dalla stessa Banca Italease e che è relativo all’esercizio 2008, mette in luce che non vi sono in alcun modo utili da distribuire, ma anche che i primi nove mesi del 2009 hanno fatto registrare delle consistenti perdite d’esercizio.

 

Inoltre, non sono stati posti in essere nemmeno pagamenti o riacquisti per quel che concerne le azioni o gli strumenti di subordinazione che sono pari a quella della garanzia relativa proprio alle Preferred Securities (le quali posseggono le caratteristiche sia delle azioni che dei titoli di debito). Il codice Isin di riferimento circa questa emissione non garantita dall’istituto di credito è, per la precisione, XS0255673070. Dunque, il 2010, così come era successo anche nell’anno precedente, continua ad essere un anno denso di novità per Italease; infatti, la banca aveva già fatto rilevare delle novità davvero di rilievo nei primissimi giorni di quest’anno, quando sembrava che tutto fosse ormai accaduto.

 

Tra queste novità, possiamo sicuramente ricordare il delisting imposto dall’istituto, avvenuto ad opera del socio Banco Popolare; in quel caso, l’operazione si era resa necessaria a causa dell’aumento di capitale che aveva portato la partecipazione della banca veronese addirittura al 91,4%. Infine, Italaese è ancora nel mirino della Procura di Milano per quel che riguarda gli scandali collegati alla gestione Faenza, circa, in particolare, i bilanci del 2007 e del 2008.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>