Gruppo Azimut: raccolta netta fondi negativa a settembre

di Redazione Commenta

Semaforo rosso nello scorso mese di settembre per la raccolta del Gruppo Azimut che, nello specifico, ha fatto registrare un saldo netto negativo per 80 milioni di euro. A darne notizia con una nota ufficiale è stato proprio il Gruppo italiano indipendente del risparmio gestito, facendo altresì presente come da inizio anno, al 30 settembre 2010, la raccolta netta in fondi si attesti a 511 milioni di euro a fronte di un patrimonio gestito che, con un rialzo del 2,9% rispetto alla fine del 2009, si è attestato a 14,3 miliardi di euro circa. Crescono da inizio anno, con un incremento del 2,2%, anche le masse totali che si sono attestate a 16,2 miliardi di euro che individuano, rispetto al mese di settembre del 2009, un incremento pari a ben il 9,7%. Il Gruppo Azimut ha inoltre reso noto che nel mese scorso è partita l’operatività di Best Equity e di Best Bond, due fondi di fondi che investono in fondi di terzi ed in base ad una metodologia quantitativa. Trattasi, nello specifico, di due nuovi comparti del fondo lussemburghese AZFund 1 che sono gestiti dal team di gestione lussemburghese multi manager.

Positiva a fine settembre è stata invece l’attività di reclutamento dei promotori finanziari; nel dettaglio, Apogeo, AZ Investimenti e Azimut Consulenza hanno fatto registrare oltre 100 ingressi portando il totale delle reti del Gruppo Azimut a quota 1382 unità al 30 settembre 2010.

Secondo quanto dichiarato dall’Amministratore Delegato e Presidente del Gruppo Azimut, Pietro Giuliani, la società sta continuando a sviluppare la propria gamma di prodotti al fine di generare per i clienti e per gli azionisti dei risultati positivi a fronte di un mese di settembre che a livello stagionale è storicamente debole per il Gruppo. Attraverso la consulenza dei propri promotori finanziari il Gruppo Azimut, secondo quanto messo in risalto dall’Ad, è impegnato a sviluppare i prodotti in un contesto di mercato che vede i rendimenti dei titoli governativi oramai prossimi allo zero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>