Trading online: mercati ancora incerti, quali asset monitorare per investimenti sicuri?

di Daniele Pace Commenta

Alcune nozioni che dobbiamo raccogliere a proposito del trading online

Negli ultimi mesi si sono sovrapposti diversi eventi che non hanno solo condizionato la vita di tutti i giorni di milioni e milioni di persone, ma che si fanno sentire in modo pesante anche sui mercati finanziari. La pandemia ormai ci accompagna da più di due anni, lo scoppio della guerra in Ucraina è un vero e proprio dramma sotto tutti i punti di vista, l’inflazione non intende rallentare e continua a viaggiare verso valori record. Giusto per non farci mancare niente, l’Italia ora deve fare i conti anche con la crisi di governo e con una campagna elettorale tutt’altro che di basso profilo.

trading online

Come detto, al di là degli effetti sulla “vita reale”, questi eventi hanno ripercussioni anche sul mondo finanziario, dove continuano a regnare le incertezze ed i timori. Il 2022 era iniziato con tanto ottimismo, ma per ora non ha regalato molte gioie. In questo stesso periodo però, grazie al trading online, molte persone si sono avvicinate ai mercati finanziari: considerando lo scenario attuale, l’obiettivo principale è quello di mettere al riparo i propri risparmi. Per questo è importante capire quali sono gli asset che possono trasformarsi in investimenti sicuri.

Il rischio negli investimenti: come creare un portafoglio bilanciato e diversificato

Investendo il proprio denaro, il risparmiatore spera di poter aumentare il suo capitale nel corso del tempo. Ogni investimento è contraddistinto da un livello di rischio: più è alto questo livello e maggiori sono i potenziali profitti. Quando si parla di investimenti sicuri, quindi, si fa riferimento a quelle operazioni che presentano un livello di rischio più basso e, di conseguenza, un rendimento contenuto. Prima di iniziare ad impiegare il proprio denaro è necessario tracciare il proprio profilo da investitore.

Questo significa che bisogna avere le idee chiare su quelli che sono i propri obiettivi (che devono essere realistici), sul capitale che si ha a disposizione, sulla durata che si intende dare alle operazioni e sul livello di rischio che si è disposti ad accettare. Tutti questi elementi sono fondamentali per la creazione di una strategia di investimento e per costruire un portafoglio personalizzato. Il portafoglio deve essere bilanciato e adeguatamente diversificato. È giusto inserire degli strumenti con un buon rendimento potenziale, ma una quota deve essere sempre riservata a strumenti più sicuri.

Quali sono gli investimenti sicuri del momento?

Navigando sul web, quando si effettua una ricerca inserendo come parole chiave “investimenti sicuri”, i primi risultati che compaiono solitamente sono i titoli di stato, i conti deposito e le obbligazioni. I titoli di Stato non sono altro che obbligazioni emesse da un governo: il livello di rischio è basso perché il pericolo che lo stato emittente vada in default sono ridotte. I titoli emessi dagli Stati in salute offrono rendimenti molto bassi. Un discorso simile si può fare per le obbligazioni emesse dalle società: i titoli più sicuri sono quelli emessi da compagnie che hanno un rating A, AA, AAA o BBB.

I conti deposito vengono considerati come la soluzione più sicura tra le proposte delle banche: il rischio di controparte (ovvero il fallimento della banca) c’è, ma è limitato dal Fondo interbancario di tutela dei depositi, che mette al riparo ogni depositante per somme fino a 100.000 euro. I rendimenti, tuttavia sono molto bassi. Anche il mercato azionario offre delle soluzioni abbastanza sicure: le azioni Large Cap, emesse da grandi compagnie che hanno una capitalizzazione superiore ai 10 miliardi di dollari, i titoli Blue Chip, che appartengono a società di fama mondiale e molto solide, e i fondi indicizzati sono buone opzioni per un portafoglio bilanciato.

Come investire sui mercati finanziari con il trading online

L’accesso ai mercati finanziari oggi è molto più semplice ed immediato. Fino a qualche anno fa era necessario rivolgersi ad una banca o ad una società di intermediazione mobiliare, ma oggi grazie al trading online si possono fare investimenti di vario tipo in autonomia, anche se non si hanno grosse risorse a disposizione.

I broker di trading online regolametnati come eToro, XTB e Markets.com sono soggetti affidabili e permettono di investire in diverse classi di asset come azioni, indici, cambi di valute, criptovalute, ETF, materie prime e così via. A seconda della piattafoma scelta, l’investimento può essere diretto oppure indiretto, tramite strumenti finanziari derivati come i CFD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>