I titoli azionari fanno volare i futures sulla carne bovina

di Simone Commenta

I contratti futures relativi alla carne bovina americana hanno terminato la giornata di ieri in deciso rialzo: le perdite delle settimane precedenti sono state in questo modo compensate, grazie in particolare ai numerosi acquisti tecnici. Nel dettaglio, il rialzo più importante è stato quello degli strumenti finanziari che fanno riferimento alle spedizioni del prossimo mese di aprile, con un incremento di 0,65 punti percentuali, a causa soprattutto dell’andamento incerto del dollaro e del sostanziale appiattimento dei titoli azionari a stelle e strisce.

LA DOMANDA AMERICANA DI MANZO TRASCINA I FUTURES SUI BOVINI

Tra l’altro, bisogna anche sottolineare come vi siano state delle forti aspettative in merito ai grossisti, i quali hanno acquistato il manzo in maniera piuttosto aggressiva in ragione delle vendite settimanali di carne, come ha anche spiegato Dan Vaught di Vaught Futures Insight. Il dipartimento agricolo americano (lo Usda per intenderci) ha stimato come l’ingrosso di questa commodity abbia ceduto quaranta centesimi di dollaro nel corso della giornata di ieri, attestandosi a quota 192,96, anche se bisogna tenere in considerazione anche lo scambio a un premio del 37% che è solitamente più costoso della carne di prima scelta. Il prezzo di selezione e di scelta non sono al momento sostenibili; quando gli acquirenti vedono che la scelta è molto più conveniente dal punto di vista economico della selezione, allora cominciano ad acquistare la prima, come è scontato che sia.

NUOVI RECORD PER I FUTURES SU BOVINI E SUINI

D’altronde, le esportazioni di manzo erano cresciute di quattordici punti percentuali (16mila tonnellate totali per la precisione) nello stesso periodo di un anno fa. Secondo lo Usda, la carne bovina è ancora destinata a far crescere i propri prezzi, visto che si è parlato in precedenza del contratto futures più attivo a livello di quotazioni. Infine, c’è da aggiungere come la commodity in questione subisca anche la pressione molto forte dei prezzi del mais prezzo il Cbot, con le previsioni più attendibili che parlano di un +2% e di 6,73 dollari il bushel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>