Tassazione fondi comuni immobiliari

di Redazione Commenta

La tassazione delle plusvalenze generate dalla cessione di quote di fondi comuni immobiliari (di tipo non istituzionale), acquistate attraverso il servizio di intermediazione finanziaria (banca o promotore finanziario), è differente a seconda del rapporto instaurato e del regime opzionale scelto. Innanzitutto bisogna sottolineare che a partire dal 1° gennaio del 2012, i redditi diversi ottenuti a seguito della cessione o il rimborso delle quote di partecipazione ai fondi immobiliari, come previsto dall’articolo 67, Dpr 917/86), sono soggetti all’imposta sostitutiva del 20% secondo il regime di tassazione deciso dal risparmiatore.

Ai sensi dell’articolo 5 del Decreto Legislativo 461/1997, nel caso in cui la scelta del risparmiatore fosse ricaduta sul regime della dichiarazione dei redditi, le plusvalenze realizzate devono essere indicate nella dichiarazione dei redditi medesima, applicando l’imposta del 20% sul profitto ottenuto. Se, invece, il risparmiatore non avesse ottenuto una plusvalenza ma una minusvalenza, la stessa potrò essere portata in diminuzione delle future plusvalenze della stessa natura.

NUOVO ETF DI LYXOR LEGATO ALL’AZIONARIO GIAPPONESE

Le minusvalenze potranno essere sottratte alle plusvalenze future, a patto che i profitti vengano generati nello stesso periodo di imposta, ovvero nelle successive dichiarazioni ma non oltre il quarto. Poi, ai sensi dell’articolo 6, se l’investitore avesse scelto il regime amministrato, la plusvalenza sarà assoggettata direttamente all’imposta del 20% nel momento della cessione delle quote e versata dall’intermediario finanziario.

COME INVESTIRE SUGLI ETF STRUTTURATI

Ai sensi dell’articolo 7, in caso di regime del risparmio gestito, l’imposta del 20% si applica sul risultato complessivo della gestione del patrimonio individuale. In questo regime fiscale, le plusvalenze sono quelle ottenute dalla vendita delle quote e quelle generate dal diverso valore delle quote alla fine dell’anno rispetto a quello attribuito all’inizio dello stesso intervallo. Ricordiamo che i fondi comuni immobiliari sono prodotti finanziari che investono il patrimonio in misura non inferiore ai due terzi in beni immobili, diritti reali immobiliari e partecipazioni in società immobiliari. Sono fondi chiusi che prevedono il diritto al rimborso della quota sottoscritta solo a una certa scadenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>