State Street, in vendita undici miliardi di titoli ipotecari

di Simone 1

Nell’ideale podio delle maggiori banche depositarie a livello internazionale, State Street Corporation occupa un importante terzo posto e già questo dato fa comprendere il suo rilievo: anche l’ultima operazione finanziaria posta in essere dalla compagnia di Boston ha assunto dimensioni notevoli, visto che si tratta della vendita di ben undici miliardi di dollari di titoli ipotecari ed altri assets. Questo tipo di movimentazione si verifica soprattutto quando le aziende si sono accordate con i regolatori per attenuare i regolamenti alla base del capitale. In effetti, tale cessione dovrebbe ridurre i profitti dagli attuali 350 milioni di dollari; l’annuncio non poteva non avere conseguenze e infatti le azioni della stessa State Street hanno perso 3,4 punti percentuali a Wall Street.


Tra l’altro, bisogna ricordare che giusto un mese fa il G20 ha deciso di approvare un nuovo regolamento, ormai conosciuto come Basilea III, in base al quale viene accresciuto il livello del capitale di maggiore qualità che gli istituti di credito possono detenere per evitare il ripetersi della crisi finanziaria. Le previsioni in questo senso parlano chiaro; una volta che sarà stata completata la transazione, il Tier 1 di State Street (vale a dire la componente primaria del capitale, oltre che la principale misura della salute di una banca) crescerà fino all’8,8%. Il nuovo livello minimo in questo senso è invece pari al 7%. Secondo Rbc Capital Markets, il contesto totale non può che essere favorevole per gli investitori amanti del lungo termine, dato che potranno beneficiare dei fondamentali miglioramenti del bilancio.

La riduzione in questione, comunque, avverrà nel 2011: nella vendita saranno inclusi titoli ipotecari del valore di 4,1 miliardi di dollari e altri strumenti cosiddetti “asset-backed” per altri 3,7 miliardi, considerando anche il fatto che l’ambito ipotecario può vantare attualmente i due più alti rating in assoluto, ovvero AAA e AA (i quali identificano l’affidabilità massima e quella ottima).

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>