Pirelli promosso da Société Générale con target a 9,9€

di Redazione Commenta

Giornata positiva a Piazza Affari per le azioni Pirelli & C, che sul listino azionario milanese evidenziano un rialzo dell’1,18% a 8,175 euro a seguito della promozione ricavuta da Société Générale. La banca d’affari transalpina ha lanciato un’indicazione d’acquisto sul titolo del gruppo della Bicocca, che stamattina è il terzo best performer alla borsa di Milano dopo le prime due ore di contrattazioni. I prezzi sono saliti fino a 8,275 euro, poi sono scattate le prese di beneficio anche a causa dell’incertezza presente a Piazza Affari.

Ieri il titolo era sceso fino a 8,005 euro, il livello più basso dal 30 luglio scorso. Da un punto di vista tecnico, l’eventuale ritorno delle vendite potrebbe spingere i prezzi fin sotto la soglia psicologica di 8 euro e dare il via a un rapido approfondimento ribassista delle quotazioni fino a 7,7 euro prima e 7,5 euro poi. La promozione di oggi di SocGen potrebbe, però, ridare slancio al titolo nel breve termine con target ipotizzabile a 8,5 euro.

Il bilancio 2012 si è chiuso positivamente per il colosso dei pneumatici: in crescita utile e dividendo 2012. Stamattina Société Générale ha aumentato la propria raccomandazione sul titolo a “buy” (acquistare le azioni) dalla precedente indicazione “hold” (tenere in portafoglio). SocGen ha poi incrementato il target price del titolo Pirelli a 9,9 euro da 9,5 euro. Gli specialisti della banca di investimenti francese ritengono che il recente sell-off dei prezzi, passati da 9,76 euro a 8 euro in circa due mesi, è una buona opportunità d’acquisto. Inoltre, il bilancio 2012 è in linea con le attese di SocGen.

Per il 2013 la banca francese ha ridotto le stime sull’ebit a 830 milioni di euro da 860 milioni, mentre per il 2014 la stima scende a 925 milioni di neuro da 955 milioni. Secondo SocGen, però, il minor pricing sui mercati maturi sarà compensato dall’effetto mix di prodotto e dalle materie prime a costi più contenuti. Il broker si aspetta che il 2013 sarà un anno di transizione. L’utile netto è stimato a 430 milioni di euro quest’anno e a 500 milioni nel 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>