Moleskine prezzo Ipo 2,3 euro

di ND82 Commenta

Mercoledì 3 aprile 2013 Moleskine sarà quotata a Piazza Affari. La storica azienda di agendine e block-notes dall’inconfondibile copertina nera, resa celebre da Bruce Chatwin ed Ernst Hemingway, ha concluso la fase di Ipo dal 18 al 27 marzo 2013 e ora si appresta a sbarcare in borsa. La fase di collocamento è stata un vero e proprio successo, con un boom delle sottoscrizioni da parte degli investitori istituzionali. La domanda ha superato di ben 3,6 volte l’offerta ed è giunta da primari inverstitori italiani ed esteri, ben diversificati geograficamente.

Il prezzo Ipo è di 2,3 euro per azione, ovvero un valore che si inserisce nella parte centrale della forchetta di prezzo stimata dalle banche tra 2 e 2,65 euro per azione. A questo prezzo la società francese, ma diventata celebre in Italia, vale quasi mezzo miliardo, 487,6 milioni di euro per la precisione. Il 3 aprile inizierà a essere contrattata in fase di negoziazione continua in borsa e già si preannuncia un boom delle quotazioni, nonostante la fase avversa di mercato.

I coordinatori dell’offerta e joint bookrunners sono Mediobanca, Ubs e Goldman Sachs, mentre Bnp Paribas è joint lead manager. La banca d’affari di Piazzetta Cuccia è anche responsabile del collocamento, sponsor e specialist. L’advisor finanziario e azionista venditore è invece la casa d’affari Rothschild. A seguito di questa fase di Ipo, Moleskine sarà la prima matricola di Piazza Affari del 2013, dopo che nel 2011 e nel 2012 erano avvenuti solo due collocamenti (Salvatore Ferragamo prima e lo scorso anno Brunello Cucinelli).

Grazie ai proventi dell’Ipo, il debito di Moleskine scenderà a 20 milioni di euro. Moleskine potrebbe diventare una delle poche public company sul listino azionario milanese. Come sottolineato nel corso di un’intervista di qualche tempo fa dall’amministratore delegato Arrigo Berni, l’azionista di riferimento della società è il fondo di private equity Syntegra Capital. Molto probabilmente il fondo venderà le sue azioni. La holding che controlla Moleskine si chiama Appunti Sarl, che possiede l’84,7% del capitale. Dopo l’aumento di capitale e l’esercizio della greenshoe, Appunti Sarl scenderà al 38%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>