I bond quotati sul mercato HI-MTF

di Marco Preziosi Commenta

Da oggi, sulla piattaforma troviamo Autostrade per l’Italia, Venezuela, Turchia, Apple e altre importanti obbligazioni.

Sono numerosi i bond disponibili sul mercato Hi-MTF. Di cosa parliamo quando menzioniamo questa sigla? Il mercato Hi-MTF poggia su un sistema multilaterale di negoziazione (Multilateral Trading Facility – MTF) organizzato e gestito da Hi-mtf SIM S.p.A., sistema che permette l’incontro, al suo interno ed in base a regole non discrezionali, di interessi multipli di acquisto e di vendita di terzi relativi a strumenti finanziari.

Il mercato Hi-mtf è costituito da due segmenti “quote driven” e “order driven” che si differenziano per operatività e orario di negoziazione. Nel comparto quote driven, un intermediario (market maker) si impegna ad esporre quotazioni su base continuativa o su richiesta, quotazioni denaro e lettera a cui è disposto, rispettivamente, ad acquistare e vendere i titoli per cui “fa mercato”.

Nel segmento order driven, invece, gli scambi si concludono attraverso l’interazione degli ordini immessi da tutti gli intermediari aderenti al mercato, creando così il book di negoziazione. I nuovi titoli di cui riportiamo l’elenco in allegato con i relativi codici Isin sono stati quotati sul segmento quote driven il cui orario di negoziazione dalle ore 9:15 alle ore 16:30.

Da oggi, sulla piattaforma troviamo Autostrade per l’Italia, Venezuela, Turchia, Apple e tanti altri nuovi bond. Queste obbligazioni possono essere già negoziabili.

Sono in tutto dieci i nuovi titoli obbligazionari a tasso fisso che  hanno fatto il loro ingresso su un una piattaforma multilaterale di scambi ancora poco conosciuta agli investitori, ma che si sta ampliando col tempo. Si tratta più che altro di obbligazioni molto liquide, con tagli di negoziazione da 1.000 euro o dollari (USD) e che quindi presentano un certo volume di scambi giornaliero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>