Generali cede attività riassicurazione

di robertor Commenta

 Generali, il gruppo assicurativo triestino, ha ceduto a Scor le attività riassicurative vita negli Stati Uniti. Un’operazione dal controvalore di circa 920 milioni di dollari, che consentirà alla società italiana di conseguire una plusvalenza di quasi 150 milioni di dollari. La notizia è stata diffusa pochi minuti fa dal Radiocor de Il Sole 24 Ore, sottolineando come il controvalore lordo complessivo include in parte il versamento di liquidità, e in parte il rilascio di garanzie.

Più nel dettaglio, prosegue il comunicato stampa, il controvalore di 920 milioni di dollari è composto in gran parte dal versamento di contanti per 780 milioni di dollari al closing della transazione (di cui 30 milioni di dollari di profitti attesi) e per parte minoritaria dal rilascio di 140 milioni di dollari di garanzie.

Per quanto attiene le principali valutazioni sull’operazione, è noto che la transazione si inserisce nell’ambito della strategia operativa pluriennale preannunciata dal gruppo assicurativo lo scorso mese di gennaio, attraverso la quale Generali auspica di uscire con profitto dal business non-core, ottimizzando così l’allocazione di capitale in un momento non certo ideale per le mancate razionalizzazioni (abbiamo parlato delle strategie di dismissione delle attività riassicurative statunitensi di Generali anche sul nostro sito “cugino” Finanza Live, al quale vi rimandiamo per ulteriori specificazioni).

Il comunicato precisa infine come l’accordo prevede sia la cessione del 100 per cento di Generali U.S. Holdings e delle sue controllate, che il ritiro del business attualmente retrocesso ad Assicurazioni Generali. In tutto, la transazione dovrebbe generare per il gruppo triestino una plusvalenza al netto delle tasse attesa a circa 150 milioni di dollari a livello consolidato, rafforzando maggiormente il profilo di liquidità di Generali, con miglioramento di almeno un punto percentuale sull’indice Solvency I.

Stando a quanto affermato infine da Il Sole 24 Ore, il controvalore complessivo lordo della transazione corrisponde ad un multiplo intrinseco di circa 15 volte sugli utili registrati nel 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>