Fondo BancoPosta Mix 2: obbligazionario bilanciato per un profilo di rischio medio-alto

di Francesco Commenta

Il fondo BancoPosta Mix 1 di cui abbiamo parlato ieri è stretto? Troppo tranquillo e rendimenti sotto le vostre aspettative? Saliamo di un gradino allora. Ecco il Fondo BancoPosta Mix 2, che rappresenta un passo successivo rispetto al precedente in termini di rischio e, quindi, anche di rendimento.

Per quanto riguarda gli aspetti di base possiamo dire che si rifà fedelmente al precedente (non a caso è stato mantenuto lo stesso nome) quindi c’è anche in questo caso la possibilità di investire in un’unica soluzione (PIC) oltre che la possibilità di sottoscrivere il fondo con un piano di accumulo. Le condizioni sono identiche nei termini minimi, quindi si ha il primo importo  di 500 Euro con successivi 50 Euro di versamenti per il PAC e 100 Euro veramenti successivi per il PIC.

Il codice ISIN che identifica il prodotto è IT0003511646 ed è attivo dal 22 Gennaio 2003. Nel prospetto, sotto la voce “Politica di Investimento” si legge chiaramente che i principali strumenti finanziari sono prevalentemente titoli di natura obbligazionaria/monetaria e OICR obbligazionari/monetari e in misura contenuta titoli rappresentativi del capitale di rischio e OICR azionari. La valuta principale è l’Euro, così come l’area geografica di riferimento è proprio l’Eurozona; per quanto riguarda gli emittenti il Fondo estende la ricerca degli investimenti dai titoli emessi dai Governi fino a quelli aziendali, opassando per enti governativi e sopranazionali. La componente azionaria è prevalentemente incentrata sulla scelta di società ad alta capitalizzazione, ma anche in questo caso non si esclude la possibilità di scegliere società a bassa capitalizzazione anche se non è la priorità. La diversificazione è in tutti i settori e questo dovrebbe alla lunga garantire la stabilità dei risultati in linea con l’andamento dell’economia Europea in generale.

Il primo semestre 2011 registra un rendimento decisamente basso; si parla dello 0.13%. Ma essendo un fondo a medio-alto rischio, così come i rendimenti dei mesi migliori sono nettamente più alti di altri prodotti finanziari simili, nei momenti difficili la frenata è brusca. Difficile sarà chiudere anche il secondo semestre in positivo, ma il profilo di rischio purtroppo concede che questo avvenga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>