FCA. Il dopo Marchionne inizia male. Dimissioni di Altavilla portano il titolo in rosso

di Daniele Pace Commenta

FCA, salgono vendite EuropaLa FCA questa mattina è in balia delle vendite, dopo le dimissioni, non ancora ufficiali, di Alfredo Altavilla. Il responsabile dell’area Emea comunque è sul piede di partenza. Non gli è andata giù la nomina di Mike Manley come nuovo amministratore delegato. Inizia il dopo Marchionne, e non comincia bene. Le azioni del gruppo FCA perdono attualmente l’1,66%, ma questa mattina erano crollate fino al 2,6%. Pesa una certa incertezza, dopo l’addio del capo forte che ha portato la Fiat dall’orlo del fallimento alla fusione con Chrysler e agli utili di oggi.

Altavilla e l’amministrazione del gruppo

Altavilla era uno dei tre candidati alla successione di Marchionne. Poi la malattia ha cambiato tutto. Marchionne avrebbe comunque lasciato ma la successione doveva essere decisa con calma. Il coma irreversibile in cui è caduto l’ormai ex Amministratore Delegato ha portato invece alla nomina di Manley e Altavilla non deve averla presa bene.

Le dimissioni sono così un segnale che porta il gruppo ad essere debole sui mercati. Gli investitori vendono le azioni, in segno di sfiducia sul futuro di FCA. Ma la nomina di Manley è anche un segno di continuità con il progetto di Marchionne, e i mercati ripreneranno a investire nel gruppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>