Crude Oil: opportunità ed alternative per l’investimento sull’Oro Nero

di Francesco 2

La bolla speculativa sul Petrolio di qualche anno fa‘ da qualcuno è stata considerata solo l’inizio del rialzo vero e proprio che tarderebbe solamente ad avviarsi; la scarsità del bene e la continua domanda nonostante le alternative energetiche fanno si dopo la discesa il mercato si trovi in una situazione di sotto-valutazione estremamente favorevole per chi crede nell’Oro Nero. Non ci sono infatti certezze che in un domani non troppo prossimo le compagnie petrolifere possano aver ideato una conversione alle rinnovabili, in sintonia con i costruttori di veicoli ad esempio, ma mentre queste sono solo fantasticherie gli investitori si interrogano sui fatti reali che stanno muovendo il prezzo e concordano nell’altissima possibilità di rivedere prezzi molto alti per il Crude Oil. Il future dopo il bottom del 2008 prossimo a quota 60 è tornato fin poco sopra a 110 punti anche se per poco tempo, ed ora completa uno swing ribassista superiore al precedente dopo un top relativo anch’esso superiore al precedente, così da completare il pattern rialzista che dovrebbe dare quindi il via agli acquisti degli istituzionali oltre che dei privati. L’attenzione è comunque rivolta anche altrove; il prezzo del dollaro influenza direttamente il Crude Oil e va’ controllato costantemente sopratutto in momenti come quello che stiamo attraversando. Attenzione anche all’Oro, che risulta essere l’alternativa diretta a chi non crede più nel petrolio sopra a 150$. Poco interessante per il momento invece l’alternativa delle rinnovabili; il settore ha già ricevuto capitali ingenti fin’ora ed in questo momento chi ha investito aspetta i frutti che tardano ad arrivare e come naturale conseguenza si ha un disinteresse generale da parte di chi invece sta’ ancora valutando un possibile acquisto sugli strumenti legati alle energie alternative. Meglio quindi temporeggiare ancora se per caso si vuole destinare liquidità in nuove risorse, abbandonando completamente il petrolio.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>