Credito Valtellinese: Crédit Agricole lancia OPA

di Valentina Cervelli Commenta

Novità importanti in ballo per Creval: Crédit Agricole Italia ha lanciato infatti un’OPA su Credito Valtellinese offrendo: 10,5 euro per azione contro gli 8,7 euro della chiusura in Borsa di venerdì, per un totale esborso complessivo massimo e raggiungibile di 735 milioni di euro.

Importante unione di asset bancari in Italia

Una procedura che tecnicamente dà vita alla settimana banca commerciale italiana per numero di clienti attivi, pari a 2,8 milioni,  e alla sesta per asset, con una quota di mercato pari al 5% del totale nazionale: il premio? Maggiorato del 21.4% rispetto al prezzo del 20 novembre. E’ importante ricordare che Creval è partecipata da Crédit Agricole per il 9,847%, seguita da Dumont con il 5,784%, Altera Absolute Investments con il 7,07%, Algebris con il 5,286%, Hosting Partners con il 5,128%.

Per quanto riguarda le adesioni all’OPA è stato reo noto che Algebris ha aderito, consegnando alla banca francese una lettera di impegno relativa alla vendita delle azioni detenute da fondi da lei gestiti. Una volta che la procedura sarà conclusa avverrà la fusione vera e propria tra Crédit Agricole e Credito Valtellinese. Da sottolineare: la condizione dell’OPA è il raggiungimento di una partecipazione pari almeno al 66,7% del capitale sociale con diritto di voto della banca lombarda. I francesi hanno l’opzione di poter rinunciare a questa condizione in caso di raggiungimento del 50% + 1 azione del capitale sociale.

Unione di intenti e di possibilità

Se l’OPA si concluderà con una partecipazione complessiva superiore al 90% del capitale di Creval da parte di Crédit Agricole, Credito Valtellinese sarà delistato da Piazza Affari. Giampiero Maioli, chief executive officer di Crédit Agricole Italia ha poi dichiarato:

Con questa operazione, i clienti ed i colleghi di Credito Valtellinese otterranno accesso agli stessi prodotti e servizi finanziari tra i migliori del mercato di Crédit Agricole Italia, beneficiando della dimensione, della solidità e della cultura innovativa e focalizzata sul cliente del Gruppo Crédit Agricole, e l’entità aggregata manterrà il proprio forte impegno a supporto dell’Italia e delle comunità locali.

L’istituto francese, va specificato, possiede una posizione molto solida sul territorio italiano: un obiettivo raggiunto nel tempo e che ha portato l’Italia  rappresentare il 15% dell’utile netto totale di Crédit Agricole.  La scelta di puntare a Credito Valtellinese non nasce solo dai numeri ma anche dal fatto che come banca Creval, secondo i francesi, condivide molti dei valori che Crédit Agricole sente come suoi: il radicamento sul territorio, l’attenzione alle comunità locali e al tessuto sociale e imprenditoriale di riferimento. Senza dimenticare la sostenibilità del modello di business, un fattore ritenuto molto importante dall’istituto francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>