Banco Popolare: prestito convertibile, approvate le condizioni

di Fil Commenta

 Ammonta a quasi un miliardo di euro, per la precisione 996.386.475,15 euro, l’importo relativo all’emissione del  prestito obbligazionario “Banco Popolare 2010/2014 – 4,75% – convertibile con facoltà di rimborso in azioni”. A darne notizia è il Gruppo bancario dopo che il Consiglio di Gestione del Banco Popolare, con il parere favorevole da parte del Consiglio di Sorveglianza, ed in forza della relativa delibera da parte dell’Assemblea, ha provveduto ad approvare le condizioni del prestito da offrire in opzione sia agli azionisti, sia ai portatori delle obbligazioni “Banco Popolare Prestito Obbligazionario Convertibile subordinato 4,75% 2000/2010″ avente codice ISIN IT 0001444360 nel rapporto, rispettivamente, di 1 obbligazione convertibile per ogni 4 azioni possedute, e  43 obbligazioni convertibili per ogni 400 obbligazioni sopra citate. Il CdA ha fissato in 6,15 euro, prezzo alla pari, il prezzo di emissione di ogni obbligazione convertibile con relativa quotazione a conclusione dell’offerta in opzione sull’MTA, il Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana S.p.A.

La durata delle obbligazioni Banco Popolare 2010/2014 – 4,75% – convertibile con facoltà di rimborso in azioni ha decorrenza 24 marzo 2010, e scadenza 24 marzo 2014 a fronte del pagamento di una cedola pari al 4,75% annuo lordo del valore nominale. La negoziazione dei diritti in Borsa partirà lunedì prossimo 1 marzo 2010, per concludersi il 17 dello stesso mese, mentre il periodo per la sottoscrizione delle obbligazioni di nuova emissione, a fronte dell’esercizio dei diritti nel rapporto sopra citato, è quello che va dall’1 al 24 marzo 2010 inclusi.

Per quanto riguarda la conversione in azioni delle obbligazioni Banco Popolare 2010/2014 – 4,75% – convertibile con facoltà di rimborso di nuova emissione, la facoltà può essere esercitata, al prezzo di 6,15 euro, fino a scadenza e comunque non prima del diciottesimo mese dalla data di emissione. Allo stesso modo, il Banco Popolare, a partire dal diciottesimo mese dalla data di emissione, può esercitare la facoltà di rimborso anticipato delle obbligazioni emesse riconoscendo agli obbligazionisti un premio del 10% sul valore nominale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>