Alitalia, vendita entro il prossimo 30 aprile

di Valentina Cervelli Commenta

Alitalia sarà venduta entro il prossimo 30 aprile: a spiegarlo è il commissario straordinario Luigi Giubitosi che, intervenendo a Radio Capital ricostruisce in maniera diretta e comprensibile quale sia l’attuale situazione del vettore italiano.

L’ipotesi “spezzatino” è ancora tra quelle non prese in considerazione e mai lo sarà, ma l’handling, a dispetto di tutto e di ogni sforzo,  potrebbe non far parte del pacchetto di vendita principale di Alitalia.  Il commissario Giubitosi, va detto, appare abbastanza fiducioso  e positivo: grazie al lavoro svolto nel corso di questi mesi l’interesse verso la compagnia è più alto rispetto al passato. E per ciò che riguarda le diverse indiscrezioni stampa è convinto che riporre di volta in volta troppe aspettative su specifici protagonisti non sia consigliabile. Ha così commentato in radio:

Noi al momento stiamo lavorando per vendere l’aviation block cioè tutte le attività attuali mentre l’handling potrebbe prendere una sua via separata, come sta succedendo in molte parti del mondo. Però il resto, noi riteniamo che debba andare insieme. La procedura stabilita con il ministero che ci supervisiona e con il comitato di sorveglianza parla di un 30 aprile come una data entro cui completare la procedura di individuazione dell’offerta più interessante per Alitalia. Quindi noi cercheremo per quella data di identificare il soggetto o i soggetti più interessanti e, per quanto le elezioni possano essere percepite come un traguardo, in realtà noi non siamo influenzati.

Su Ferrovie dello Stato ed un’eventuale partecipazione alla gara sorvola con stile parlando di parlando di “interessanti progetti commerciali” e rispondendo come Alitalia risulti essere ora decisamente più competitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>