2010: le Borse emergenti da mettere in portafoglio

di Simone Commenta

 Il 2010 è ormai già cominciato da qualche giorno, ma anche dopo queste due settimane di nuovo anno è possibile scommettere in maniera agevole sulle borse dei paesi emergenti: nel 2009, infatti, le prestazioni offerte da questi mercati sono state piuttosto buone, un fattore che, secondo gli analisti, riduce notevolmente le sorprese negative per quest’anno. In particolare, alcune stime prevedono che la crescita degli utili relativi a questi mercati si aggirerà attorno al 25-30% nei prossimi dodici mesi, mettendo in luce interessanti valutazioni. La performance più interessante del 2009 può essere considerata senza dubbio quella dell’indice MSCI Emerging Markets, il quale ha guadagnato ben 70 punti percentuali, ma sono in molti a parlare di un rialzo ancora solamente parziale. L’ipotesi più plausibile, dunque, è quella di un passaggio da una posizione leggermente sovra-pesata a una moderatamente sovra-pesata sui mercati azionari emergenti.

 


Anche Alex Tarver, product specialist di Hsbc, prevede un ottimo anno per gli emerging:

Quello che ci aspettiamo è che l’appetito al rischio andrà a favorire ancora i mercati emergenti dove la fase di utili rimarrà positiva.

Sicuramente, il rischio principale in questa congiuntura è quello di una inversione di marcia prematura, la quale potrebbe potenzialmente far “deragliare” il recupero dell’economia, ma la maggior parte dei gestori assicurano che sono maggiormente preponderanti i fattori positivi: le due parole d’ordine sono comunque cautela e reattività, in vista di una possibile contrazione dei mercati e di una volatilità sempre più crescente.

 

Le attese più positive riguardano la fine del 2010 e soprattutto paesi come Cina, Russia e Turchia, mercati emergenti che sarebbero in grado di ottenere risultati favorevoli e incoraggianti. In particolare, bisogna osservare con attenzione la crescita della Cina, la quale dovrebbe essere superiore al 10% nonostante i tentativi di irrigidire la politica monetaria. In conclusione, gli emergenti stanno mettendo d’accordo tutti gli addetti ai lavori e, se il trend verrà confermato, vi saranno ottime opportunità per gli investitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>