UBI Banca: terzo trimestre 2010 in accelerazione

Spread the love

Grazie ai risultati in accelerazione nel terzo trimestre del corrente anno, il gruppo bancario UBI Banca ha archiviato i primi nove mesi del 2010 con un utile in crescita. E’ questo uno dei dati salienti emersi dall’esame e dall’approvazione dei dati al 30 settembre 2010 di UBI Banca da parte del Consiglio di Gestione. Nel dettaglio, l’utile netto Q3 2010 si è attestato a 95,7 milioni di euro rispetto ai 64 milioni del secondo ed ai 38,1 milioni del primo trimestre del corrente anno; i profitti, quindi, registrano trimestre su trimestre una sensibile ascesa a fronte, nei primi nove mesi, complessivamente, di un utile di periodo a 197,7 milioni di euro con una crescita del 5,6% rispetto ai 187,3 milioni di euro che UBI Banca ha conseguito nel periodo gennaio-settembre 2009. Nell’ultimo trimestre fiscale, a fronte di indicatori patrimoniali solidi, UBI Banca ha fatto registrare sia un miglioramento del margine di interesse, sia un aumento della qualità del credito. Il tutto a fronte sia di una strategia di sviluppo sostenibile ed equilibrata, sia di azioni finalizzate ad accrescere le proprie quote di mercato senza andare ad intaccare l’adeguatezza patrimoniale.

Tra gli altri dati salienti dei primi nove mesi del 2010, i crediti alla clientela si sono attestati a 101,2 miliardi con una crescita dell’1% rispetto alla fine del secondo trimestre, e del 4,8% su base annua. Il costo del credito nello stesso tempo è migliorato riducendosi a 60 punti base rispetto agli 82 punti base dell’anno 2009; contestualmente è cresciuta del 6,24% la quota di mercato degli impieghi.

La raccolta diretta, pari a 103,9 miliardi di euro, cresce dello 0,5% rispetto alla fine del secondo trimestre 2010, ma aumenta anno su anno dell’8,7%; stabile è invece, a 79 miliardi di euro, la raccolta indiretta rapportata sia allo scorso anno, sia al trimestre precedente. Per quel che riguarda gli indicatori patrimoniali di UBI Banca, al 30 settembre scorso, includendo pro-quota un’ipotesi di dividendo, il Gruppo vanta un total capital ratio al 12,09%, un Core tier 1 ratio al 7,56%, ed un Tier 1 ratio all’8,08%.

Lascia un commento