Rcs riassetto societario

di robertor Commenta

 Anche ieri il titolo Rcs ha perso bruscamente valore, chiudendo la seduta con una prestazione ampiamente negativa. A pesare sul titolo sono soprattutto le novità in ambito di riassetto societario, e l’attesa che cresce con l’avvicinarsi delle nuove riunioni del consiglio di amministrazione del gruppo. Si chiariscono intanto le intenzioni dei soci fuori dal patto di sindacato, con Italmobiliare che scenderà al 3,7 per cento.

Veniamo, ad ogni modo, ai fatti. Qualche giorno fa Rcs ha comunicato il prezzo di emissione delle nuove azioni protagoniste del processo di ricapitalizzazione: 1,235 euro. Un prezzo che incorpora uno sconto del 30 per cento, e che ha suscitato una reazione molto negativa da parte dei mercati finanziari (che hanno punito la società con – 6,32%). In realtà, oltre alla considerazione non entusiasmante sulle novità in casa Rcs, una buona parte di tale movimento è facilmente spiegabile con l’attribuzione tecnica dell’oscillazione, valutato il prezzo delle nuove azioni.

Ieri, inoltre, Rcs ha comunicato la firma del consorzio di garanzia delle banche, precisando che sette soci del patto hanno firmato impegni di lock-up di sei mesi (che dovrebbero aiutare una stabilizzazione delle quotazioni): Pirelli, Fonsai, Intesa, Mediobanca, Mittel, Fiat, Edison.

L’operazione sembra, in altri termini, convincere più i soci che il mercato. Per quanto concerne la compagine azionaria, gli aderenti dovrebbero aver superato l’80 per cento, sebbene rimanga poco chiara la posizione di Giuseppe Rotelli, ancora primo singolo azionista con il 16,6 per cento di voto e – sottolineava qualche ora fa Il Sole 24 Ore – intenzionato a sottoscrivere almeno il 10 per cento (tra i vari focus recentemente pubblicati sul gruppo editoriale, vedi anche gli investimenti di Rcs nel digitale, preannunciati poco tempo fa).

Più esplicita la posizione di Italmobiliare del gruppo Pesenti, che ha reso noto che sottoscriverà parzialmente l’autmento e che – post ricapitalizzazione – la propria quota scenderà al 3,75 per cento rispetto all’attuale 7,4 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>