Rally di FCA e Juventus in borsa. Torino gongola

di Daniele Pace Commenta

juventusDue aziende così diverse ma da sempre legate alla stessa famiglia, anche se con i diversi distinguo degli ultimi tempi. La FCA, che non è più il simbolo unico di Torino dopo la fusione tra Fiat e Crysler, e la Juventus, da sempre giocattolo (vincente) e passione della famiglia Agnelli, storica proprietaria del club più vincente in Italia. Entrambe sono in rally, per motivi diversi.

La Juventus

Per la Juventus, l’attuale rally in borsa, con aumento del prezzo dei titoli di più del 7%, è dovuto chiaramente all’affare Ronaldo, su tutti i giornali in questi giorni.

Il cinque volte pallone d’oro sarebbe in rotta col suo club, e la Juventus si sarebbe fatta avanti, pronta a sborsare cifre astronomiche per assicurarsi il calciatore-azienda. Si perché Cristiano Ronaldo costerebbe 100 milioni l’anno, ma il ragazzo è anche un’azienda, tra sponsor e merchandising, capace di far muove circa 200 milioni l’anno.

Resta da vedere se il portoghese sceglierà veramente la Juventus, o stia solo cercando di forzare la mano al Real e ottenere un ingaggio ancora più alto. In questo caso, ci potrebbero essere contraccolpi sul titolo della Juve.

La FCA

Anche l’altra grande di casa Agnelli, la FCA, anche se in partnership con Crysler, sta vivendo il suo rally. Qui Ronaldo non c’entra, chiaramente, ma il Lingotto sta segnando un +3,9% dopo l’upgrade degli analisti di Jefferies, che ha portato il titolo da hold a buy nella sua valutazione. Questo dopo alcune indiscrezioni, circolate in Germania, su un ammorbidimento di Trump sui dazi commerciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>