Nuova banconota da 5 euro

di robertor Commenta

Tutto pronto per lo sbarco della nuova banconota da 5 euro nei nostri portafogli. Tra poche ore (2 maggio 2013), infatti, l’ultima creazione della zecca della Bce verrà ufficialmente rilasciata sui mercati, “forte” di alcune caratteristiche fondamentali che dovrebbero rendere difficile la sua contraffazione. La presentazione definitiva avverrà domani, giovedì, ad opera del numero uno dell’Eurotower, Mario Draghi.

Stando a quanto riferirà domani Draghi, la nuova banconota da 5 euro fa parte della seconda serie di banconote in euro, denominata Europa (dal nome della figura mitologica greca da cui il vecchio Continente ha preso il nome.

Diversi gli elementi di interesse che dovrebbero rendere questa banconota molto più sicura della precedente: oltre al ritratto della figura mitologica nella filigrana e nell’ologramma (di difficile falsificazione rispetto alla grafica precedente), è presente una colorazione più brillante: muovendo la banconota, inoltre, la cifra brillante produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale, passando da un colore simile al verde smeraldo, al blu scuro.

In un prossimo futuro verranno invece sostituite le altre banconote: gli altri tagli da 10, 20, 50, 100, 200 e 500 euro verranno infatti messi in circolazione gradualmente nel corso dei prossimi anni, con un introduzione che seguirà l’ordine progressivo. Ne deriva che, “archiviata” l’introduzione della nuova banconota da 5 euro, a finire nel mirino della Bce sarà la banconota da 10 euro.

Per quanto concerne le emissioni delle prime serie, le “vecchie” banconote potranno continuare a circolare e ad essere utilizzate senza alcun problema insieme alle nuove banconote. Tuttavia, saranno progressivamente ritirate dalla circolazione e, in ultima istanza, verranno dichiarate fuori corso.

In proposito delle vecchie banconote e della loro presunta facile falsificazione, qualche tempo fa ci eravamo occupati del fenomeno, rilevando che in Italia il numero di banconote falsificate era in continuo aumento. Per capire se anche le nuove serie saranno falsificate con facilità o meno, bisognerà probabilmente attendere i tagli più grandi, visto e considerato che la quota di banconote da 5 euro falsificate era sicuramente una minoranza rispetto ai tagli da 20 o da 50.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>