Monte Paschi Siena in rosso a settembre 2012

di robertor Commenta

Il consiglio di amministrazione di Monte dei Paschi di Siena ha chiuso i primi nove mesi del 2012 con una perdita di 1.665 milioni di euro, contro un utile di 303,5 milioni di euro registrato nello stesso periodo del 2011. Il comunicato societario ricorda che il risultato considera gli effetti della Ppa, circa 39 milioni, e delle svalutazioni per complessivi 1.574 milioni. Il margine della gestione finanziaria e assicurativa del gruppo é invece pari a 4.182 milioni di euro, in crescita dello 0,7 per cento su base annua, mentre il margine di intermediazione primario ha raggiunto circa 3.619 milioni (3.874 milioni primi nove mesi 2011).

La società ricorda ancora che per il solo terzo trimestre dell’anno la perdita consolidata è pari a 47,4 milioni di euro, mentre nei 9 mesi a seguito della svalutazione operata degli avviamenti, la perdita ammonta a 1,664 miliardi di euro contro l’utile di 303,5 milioni dello stesso periodo del 2011.

“A fine settembre” – ricorda in proposito Il Sole 24 Ore – “i crediti alla clientela del Monte dei Paschi ammontano a circa 145 miliardi, stabili sui livelli del primo semestre. Di questi i crediti deteriorati sono circa 17 miliardi (il 12% circa). Nel trimestre si é registrato un incremento dei crediti dubbi per 1,4 miliardi soprattutto a causa dell’aumento degli incagli (+781 milioni). La copertura dei crediti deteriorati é del 38,4% (-80 punti base rispetto a giugno). Stabile al 55% la copertura delle sofferenze. Il rapporto tra le rettifiche nette di periodo (1300 milioni) e gli impieghi alla clientela esprime un tasso di provisioning (costo del credito) di 119 punti base in aumento rispetto a giugno di 3 punti base. La raccolta diretta alla fine di settembre ammonta a circa 135 miliardi con un incremento di 3 miliardi rispetto a giugno”.

Sempre sui conti del terzo trimestre pesa positivamente la plusvalenza pari a circa 194 milioni realizzata a seguito dell’offerta pubblica di scambio effettuata a luglio sulle passività della banca che é stata parzialmente compensata da altri effetti non ricorrenti.

Qui ci domandiamo se convenga o meno investire in MPS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>