Mediobanca: Unipol occasione d’acquisto

di Valentina Cervelli Commenta

Unipol è considerata “occasione d’acquisto” da Mediobanca che in questa giornata fa un vero e proprio upgrade del titolo relativo al gruppo assicurativo: un azione che porta il titolo a respirare e l’istituzione a consolidare quei cambiamenti intrapresi proprio necessari a ritirare su la sua reputazione.

Mediobanca promuove Unipol portandola da neutral a outperform ed alzando il target price da 4,3 euro a 4,88 euro per azione, aiutando le contrattazioni dello stesso alla Borsa di Milano a migliorare sensibilmente se si pensa che a Piazza Affari il titolo sale del 5,51% a 3,71 euro per azione. Non si è trattata di una scelta frettolosa da parte degli analisti di Mediobanca Securities ed è possibile averne riprova da un report pubblicato dalla banca stessa. I suoi esperti infatti non hanno mancato di sottolineare come le ultime performance della stessa non siano state il massimo: basti pensare che nell’ultimo mese il titolo ha perso nel mercato circa l’11%, facendo registrare un -6% rispetto all’indice europeo Stoxx Europe 600 Insurance. Una debolezza che già da tempo aveva domandato una presa di posizione netta che si è poi trasformata in un riassetto totale del gruppo che, tra le altre cose, prevede la cessione da parte di Unipol a UnipolSai del 98,53% di Unisalute per  715 milioni di euro e il 100% di Compagnia Assicuratrice Linear per 160 milioni di euro.

In questo modo il Gruppo Unipol potrà “rimediare” ai propri errori a livello di bilancio, grazie anche alla creazione di una bad bank (newco) dove saranno allocati 3 miliardi di euro di sofferenze. Se a ciò si aggiunge la ricapitalizzazione di Unipol Banca per 900 milioni di euro comprendere il perché dell’upgrade non è difficile. Vero è che sarà decisivo, per Unpol, condurre una esatta gestione dei non performing loans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>