Dollaro australiano verso la parità con dollaro Usa

di ND82 Commenta

 Le banche centrali continuano a seguire una politica monetaria ultra-espansiva, allo scopo di rilanciare la propria economia attraverso l’indebolimento della valuta nazionale. Una strada del genere è stata tracciata con successo dal Giappone, che negli ultimi mesi ha messo in campo una manovra monetaria senza precedenti che ha provocato una svalutazione dello yen del 20% sul dollaro americano. Giovedì scorso la Bce taglia tassi di interesse allo 0,5%, portandoil riferimento al minimo storico, ma stanotte a sorpresa anche la Banca Centrale australiana ha tagliato il costo del denaro.

La Reserve Bank of Australia (RBA) ha deciso di abbassare i tassi di interesse di un quarto di punto al 2,75%. Si tratta del livello più basso di sempre e l’undicesimo taglio dei tassi da novembre 2011. Dopo l’annuncio della RBA, sul forex il dollaro australiano è letteralmente crollato contro le principali valute mondiali. A questo punto la RBA sembra intenzionata a incoraggiare la crescita al di fuori delle attività estrattive minerarie.

Il taglio del cash rate australiano è avvenuto il giorno dopo l’annuncio del Dipartimento del Tesoro di aspettative di crescita più contenute per l’anno in corso. Il governo ha tagliato le stime sul pil australiano di un quarto di punto dalla precedente rilevazione, a +2,7% per l’esercizio fiscale che volgerà al termine il 30 giugno. Il governatore della RBA ha comuqnue sottolineato che l’economia del paese dei canguri resta debole, anche a causa del rallentamento della Cina (primo partner commerciale di Sidney). Sul forex il tasso di cambio AUD/USD è passato da 1,03 a 1,0180 in un paio di giorni.

Stamattina l’Aussie è sceso sui livelli più bassi degli ultimi due mesi a 1,0177. Secondo Andrew Salter, forex strategist di Anz, è probabile che “le due valute trovino una parità nel breve termine”. Con l’apertura della sessione europea è in corso un rimbalzo tecnico dopo le forti vendite, ma come spiega Sue Trinh, senior strategist di Rbc Capital Markets, il cross AUD/USD “ora ha una nuova resistenza a 1,02”. Nei prossimi giorni potrebbe avvenire un nuovo calo delle quotazioni fino a 1,01 prima e sulla parità poi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>