Commodities e Etc: Lyxor si affida a petrolio e oro

di Redazione Commenta

Si è parlato spesso di Lyxor, la società francese che si occupa prevalentemente di gestione degli assets finanziari, ed il riferimento è andato quasi sempre agli Etf: gli Exchange Traded Fund dominano di gran lunga i discorsi relativi ai fondi comuni di investimento, ma non bisogna dimenticare gli Etc (Exchange Traded Commodity), strumenti ibridi che consentono di puntare su materie prime e commodities. Sono stati accolti con grande favore, quindi, i quattro Etc targati Lyxor (la tipologia in questione è quella Etn, per le esposizioni un singolo bene), i quali beneficiano di Codeis Securities Sa (compagnia che fa parte della stessa Lyxor) come emittente.


Borsa Italiana è stato il luogo di negoziazione per questi prodotti, ben diversificati in base alla commodity: sono stati infatti lanciati Lyxor Etn Gold, l’Etc che sfrutta le performance dell’oro e Lyxor Etn Oil (petrolio: l’indice è l’Sgi Smart Wti Long Invest), ma si deve ricordare che esiste una fondamentale possibilità di esporsi in maniera inversa alle stesse materie prime. I fondi di Lyxor vengono sostanzialmente costituiti in Lussemburgo e vantano una garanzia pari al 100% che funge da collaterale, mentre il rating “affibbiato” da Standard & Poor’s è di rilievo, vale a dire AAA. EtfPlus è la piazza finanziaria di elezione per questi Etc, la cui imposizione fiscale è stata fissata nella percentuale del 12,5%. Ma cosa offrono di più le tipologie Etn rispetto ai certificati, ad esempio?

Un vantaggio aggiuntivo di Lyxor è quello dell’assenza del rischio di default da parte della società o della banca emittente; inoltre, essi sono gli unici strumenti di Borsa Italiana dotati di un collaterale che viene reso noto quotidianamente dal punto di vista quantitativo. In aggiunta, il rating delle agenzie è senza dubbio un incentivo in più rispetto a fondi simili. Ma i lati positivi non finiscono qui: in effetti, i Lyxor Etn sono gli unici a essere sottoposti a una specifica autorità di controllo, la Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>