Bank of Ireland torna ad emettere covered bond

di Simone Commenta

L’ultimo ricordo non era certo dei più piacevoli: un anno fa, giusto di questi tempi, si associava Bank of Ireland allo scandalo dei bond. A distanza di 365 giorni, invece, la situazione dell’Irlanda è sensibilmente cambiata, tanto è vero che si può parlare in maniera positiva dell’ultima emissione di covered bond che è stata garantita proprio dall’istituto in questione. Si tratta, nello specifico, della prima offerta di tale tipo da parte di una banca salvata dal governo di Dublino, la quale ha messo a disposizione dei titoli che potrebbero interessare parecchio agli investitori. Entrando maggiormente nel dettaglio, l’importo esatto di questi bond è pari a un miliardo di euro, con una scadenza fissata in tre anni.

Come ha spiegato il ministro delle Finanze irlandesi, Michael Noonan, la giornata dell’emissione può essere definita come una delle più importanti per l’indipendenza del settore bancario. Ben il 98% dell’interesse nei confronti di tali strumenti proviene da investitori di nazionalità straniera, il segno chiaro e inequivocabile che il sistema creditizio si sta normalizzando e rafforzando. Tra l’altro, la vendita è stata ultimata con una sottoscrizione superiore di 2,5 volte rispetto all’ammontare originario. Verso la fine del 2010 l’Irlanda ha dovuto richiedere un pacchetto da 67,5 miliardi di euro all’Unione Europea e al Fondo Monetario Internazionale per non finire in default.

L’ultimo covered bond lanciato da una banca irlandese risaliva addirittura al novembre del 2009, con la Ebs Mortgage Finance protagonista dell’evento: in questo momento, inoltre, i covered bond vengono considerati come uno degli strumenti di debito più sicuri, dato che sono garantiti e coperti da diversi assets, in primis ipoteche residenziali e prestiti pubblici. La tipica dimensione di tale prodotto non supera i cinquecento milioni di euro, ma Bank of Ireland ha voluto fare decisamente di più. Il rendimento in questione è superiore di 270 punti base rispetto al tasso midswap di riferimento, altro elemento appetibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>