Banca Imi: disponibili covered warrant su azioni e indici

di Simone 1

Il nome dell’Istituto Mobiliare Italiano (Imi), l’ente pubblico che negli anni successivi alla crisi economica del 1929 sostenne i vari settori, viene tenuto alto ancora oggi da Banca Imi: è noto come tale gruppo sia attivo soprattutto nell’offerta di prodotti destinati agli investitori istituzionali e una conferma in tal senso è giunta proprio ieri, quando la banca d’affari di Intesa Sanpaolo ha provveduto a rendere disponibili alcuni covered warrant sul segmento Sedex di Borsa Italiana, strumenti che andranno a osservare da vicino le performance di titoli azionari del nostro paese e di indici internazionali. Occorre dunque fare subito un distinguo tra le azioni e gli indici stessi per comprendere meglio questa offerta.


La scelta tra le azioni italiane sarà molto variegata e diversificata; in effetti, i covered warrant in questione saranno collegati all’andamento di società attive nell’ambito dei trasporti (Atlantia), dei servizi bancari (Banco Popolare, Banca Popolare di Milano, Mediobanca, Monte dei Paschi e Unicredit) e dell’energia (Eni ed Enel), ma molti altri settori verranno “coperti” in tal senso, con la proposta di certificati su Fiat, Generali, Stm e Telecom Italia. Lo stesso discorso può essere fatto per quel che riguarda gli indici internazionali, dato che la proposta comprende il Ftse Mib e il Dax di Francoforte. Come emerge, poi, dalle condizioni definitive che sono state pubblicate dalla stessa Banca Imi, le scadenze sono state fissate al 7 marzo e al 6 giugno del 2011; inoltre, gli investitori interessati potranno leggervi tutte le caratteristiche e i principali fattori di rischio.

I covered warrant sono molto simili ai contratti d’opzione, quindi un loro investimento presenta anche un’alta volatilità, tanto che non è remota la possibilità della perdita totale del capitale, nel caso in cui il sottostante dovesse giungere a scadenza privo di valore. Il rischio emittente sembra invece più basso, data la solidità patrimoniale delle compagnie che fanno parte di questo nuovo paniere finanziario.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>