Astaldi: utile netto semestrale cresce in doppia cifra

di Redazione 1

E’ cresciuto in doppia cifra l’utile netto semestrale di Astaldi S.p.A., società quotata in Borsa a Piazza Affari. Nel dettaglio, in accordo con quanto emerso dai dati semestrali esaminati ed approvati dal Consiglio di Amministrazione, Astaldi al 30 giugno del 2011 ha conseguito profitti netti a 35 milioni di euro con un incremento del 12,4% a fronte di un Ebit a +9,4% a 119,6 milioni di euro, e ricavi totali che, a 1.122,3 milioni di euro, sono cresciuti su base annua del 14,3%. A fronte di una forte accelerazione, nel periodo, degli investimenti in concessione, Astaldi al termine del semestre ha riportato una posizione netta finanziaria complessiva per 525,5 milioni di euro. Robusto è anche il portafoglio ordini che, grazie a 1,1 miliardi di euro di nuove acquisizioni, al 30 giugno del 2011 si è attestato a ben 9,1 miliardi di euro.

Secondo quanto dichiarato dall’Amministratore Delegato del Gruppo Astaldi, Stefano Cerri, i dati riportati nel primo semestre del 2011, nonostante le condizioni di mercato, confermano come la società punti a quelli che sono gli obiettivi pianificati per l’intero 2011. Al riguardo l’Ad della società ha inoltre sottolineato come, all’interno di questo percorso di crescita, un ulteriore impulso potrà esserci con l’ingresso, in Italia, ma anche all’estero, nel mercato delle concessioni autostradali e aeroportuali.

Riguardo al contributo offerto alla crescita di Astaldi S.p.A., c’è stato in Italia un buon andamento delle attività nel campo dell’edilizia civile e delle infrastrutture di trasporto, e lo stesso dicasi anche all’estero a fronte di ricadute positive anche dall’avvio della produzione legata alle commesse di più recente acquisizione. Inoltre, dal fronte dell’indebitamento, che si è mantenuto stabile al 30 giugno del 2011 rispetto alla fine del primo trimestre del corrente anno, il Gruppo Astaldi S.p.A. ha beneficiato dell’andamento del settore delle costruzioni che è stato virtuoso ed anche in linea con quelli che sono i piani di investimento già pianificati dalla società.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>