Telecom guadagna oltre il 4%

di Francesco Commenta

Telecom sorprende tutti ed in una giornata negativa per il FTSE-Mib (che si avvia al close giornaliero con una perdita di poco inferiore al punto percentuale) si porta nella parte alta del listino delle blue-chips, finendo direttamente in cima alla classifica delle migliori italiane. Anche dopo l’avvio negativo del Dow Jones a Wall Street la direzione non cambia, ed anzi si può dire che l’accelerazione inizia proprio ora.

Telecom Italia ha dichiarato  che investirà 9.000 milioni di euro tra l’anno corrente ed il 2014; nulla che non fosse già in programma, ma la notizia sorprende i mercati per i tempi di attuazione che vedono così una drastica stretta.

Telecom ha investito nel triennio precedente oltre 7 miliardi di euro che hanno fruttato il 14,3% dei ricavi; per il 2012 l’outlook è ancora positivo, anche se questo effettivamente contrasta con la posizione storica del titolo.

Dopo i tempi “d’oro” in cui il valore delle azioni rispecchiava quello della società, il declino in borsa è stato verticale ed è costato agli investitori migliaia di euro; pensare di recuperare i top storici sarebbe ancora una volta un’illusione che resterebbe tale, ma un 2012 positivo potrebbe far tirare un sospiro di sollievo agli investitori che hanno mediato fino all’ultimo il prezzo delle azioni ed ora si trovano un portafoglio prossimo alla parità.

La chiusura positiva dell’ultimo trimestre del 2011 spinge comunque la Borsa a credere nelle aspettative positive ed il titolo vola oltre il 4% sopra a 0.9200 euro per azione. Riguardo a Telecom Italia Media, è stato appena annunciato dal CDA che non ci sarà alcun dividendo nel 2012; per quanto il 2011 è da catalogarsi come un anno di tenuta per la società, non ci sono le condizioni per distribuire gli utili che invece aiuteranno a sostenere la ripresa.

TELECOM ITALIA AUMENTA LA CEDOLA

TARGET PRICE TELECOM ITALIA MARZO 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>