La quotazione di Gogo in Borsa comincia già a scricchiolare

di Simone Commenta

 Gogo, società americana che è celebre per i suoi servizi legati alla connettività sul web nei voli aerei, ha debuttato nove giorni fa in Borsa. C’è però da dire che questa offerta pubblica iniziale ancora non riesce a convincere gli investitori, visto che il primo giorno di trading è stato concluso con perdite molto vicine ai sei punti percentuali e una quotazione pari a sedici dollari per ogni titolo azionario. Il rallentamento è poi proseguito per tutta la settimana che si conclude oggi, tanto che si è scesi addirittura a quattordici dollari.

Rimane comunque il fatto che un po’ di appeal è rimasto, in quanto bisogna tenere conto dell’accresciuta concorrenza e della mancanza di profittabilità. Il gruppo statunitense è leader per quel che concerne i servizi citati in precedenza, senza dimenticare che si sta parlando di un’azienda pionieristica per il mercato dell’aviazione. I titoli azionari che sono stati venduti ammontano a undici milioni di unità, con un prezzo iniziale unitario pari a diciassette dollari. Di conseguenza, non è difficile calcolare l’importo complessivo, vale a dire 187 milioni di dollari relativi alla raccolta, un risultato di tutto rispetto, ma che forse ha fatto gongolare troppo.

Tra l’altro, è necessario ricordare che ogni singolo titolo azionario è stato offerto dalla compagnia a stelle e strisce senza che nessuno sia stato messo a disposizione dalle vendite degli azionisti. L’attuale quotazione rimane comunque di poco superiore agli 1,2 miliardi di dollari, quindi non è detto che il momento negativo e di discesa duri ancora a lungo. Le principali banche che si sono rese protagoniste dell’acquisto di azioni sono Morgan Stanley, JPMorgan, Ubs, William Blair, Allen & Company e Evercore Partners. Tra i più importanti partner di Gogo figurano vettori aerei del calibro di Delta Airlines, American Airlines e Us Airways, tutte aziende con cui esistono dei contratti di lungo termine per fruire dei servizi citati in precedenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>