Piaggio: dividendo esercizio 2009 in aumento

di Fil 1

 Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Piaggio, in concomitanza con l’approvazione del progetto di Bilancio 2009, ha deliberato per proporre all’Assemblea degli azionisti della società il pagamento di un dividendo pari a sette centesimi di euro per azione, in rialzo rispetto sei centesimi di euro retrocessi agli azionisti a valere sull’esercizio di Bilancio dell’anno 2008. A seguito dell’approvazione da parte dell’Assemblea, la cedola sarà pagata il 20 maggio del 2010 con stacco il 17 maggio 2010; comprendendo le azioni proprie possedute, il monte dividendi che Piaggio distribuirà è pari a 25,79 milioni di euro. Dall’approvazione del progetto di Bilancio da parte del Consiglio di Amministrazione è emerso un utile netto che, attestandosi a 47,4 milioni di euro, è cresciuto del 9,4% a fronte di ricavi che, invece, sono scesi rispetto al 2008 del 5,2% a 1,48 miliardi di euro.

A fronte di questi risultati, il Gruppo Piaggio ha conseguito un incremento della quota di mercato per quel che concerne il mercato delle due ruote nel Vecchio Continente, mentre il giro d’affari, rispetto al dato generale, è cresciuto nel segmento dei veicoli commerciali. Sui mercati asiatici, sia per i veicoli commerciali, sia per le due ruote, il Gruppo Piaggio ha fatto registrare dei forti incrementi con la conseguenza che l’azienda ha potuto contenere il calo della domanda nelle economie più mature, Europa e Nord America, per effetto del difficile quadro congiunturale a causa della crisi finanziaria ed economica.

Ciò nonostante, la società sui mercati di riferimento ha potuto incrementare le proprie quote di mercato facendo leva da un lato sulla forza del marchio, e dall’altro sull’innovazione tecnologica orientata, in particolare, alla messa a punto di motorizzazioni in grado di coniugare il basso impatto ambientale con consumi ridotti. Per quanto riguarda invece l’anno in corso, uno dei progetti più significativi è quello relativo al nuovo stabilimento in India per la fabbricazione dei nuovi motori diesel.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>