Obbligazione Abn Amro tasso misto 2009-2014

di Fil Commenta

obbligazioni-abn-amro-tasso-mistoNei giorni scorsi sul MOT sono state ammesse alle negoziazioni le Obbligazioni Abn Amro tasso misto 2009-2014, con godimento 23 dicembre 2009 e scadenza quinquennale fissata per il 23 dicembre 2014, quanto i titoli ai possessori saranno rimborsati alla pari ed in un’unica soluzione alla scadenza. Le obbligazioni, con codice ISIN NL0009287069, sono negoziabili sul mercato per importi pari a 1.000 euro nominali o multipli, e fruttano in via posticipata gli interessi nei giorni 23 giugno ed il 23 dicembre di ogni anno. La società emittente delle obbligazioni è Abn Amro Bank N.V., il cui ultimo rating disponibile è “Aa3” per Moody’s, “A+” per Standard & Poor’s e “AA-” per l’agenzia Fitch Ratings. L’emissione è stata di 25.000 obbligazioni per complessivi 25 milioni di euro nominali, ragion per cui il flottante non è elevatissimo; pur tuttavia, sulle obbligazioni Abn Amro tasso misto 2009-2014, la cui ultima cedola lorda è stata del 2,50%, è previsto che l’emittente si impegni a fornire sul MOT dei prezzi in acquisto ed in vendita dei titoli.

Decisamente più ampio è invece il flottante dell’Obbligazione “Abn Amro Cms 5Y 2014“, con codice ISIN NL0009287598, e cedola attualmente fissata al 3%. Le obbligazioni, allo stesso modo, sono quotate da pochi giorni sul MOT, presentano un flottante pari a 200.000 obbligazioni, per un controvalore nominale pari a 200 milioni di euro, e prevedono, in linea con le obbligazioni Abn Amro a tasso misto, il rimborso alla pari del capitale a scadenza, ed in un’unica soluzione, alla data del 22 dicembre 2014.

Anche per le “Abn Amro Cms 5Y 2014” il taglio minimo di negoziazione è di 1.000 euro, e la liquidità sulle obbligazioni viene allo stesso modo fornita dall’emittente immettendo nel book di negoziazione quantitativi con prezzi in acquisto ed in vendita. Chi compra le obbligazioni Abn Amro, così come tutte quelle aventi la stessa natura, si espone al rischio tipico dell’obbligazionario ed a quello dell’emittente in funzione del miglioramento o del peggioramento del suo merito di credito durante la durata del prestito obbligazionario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>