Amplifon dividendo 2012 sale del 16,2%

di ND82 Commenta

A Piazza Affari è tempo di bilanci anche per Amplifon, l’azienda milanese leader in Italia nella distribuzione di apparecchi acustici. L’esercizio 2012 si è chiuso positivamente. L’utile netto è cresciuto dell’1,1% a 43,2 milioni di euro rispetto ai 42,7 milioni registrati nel 2011. Il fatturato consolidato è aumentato del 2,3% a 846,6 milioni di euro. In chiaroscuro invece l’andamento dei margini: l’ebitda è risultato più o meno stabile rispetto all’anno precedente a 145,2 milioni di euro (+0,5%), mentre l’ebit è sceso del 2,4% a 97,9 milioni di euro.

Un dato molto interessante è quello del patrimonio netto, che è cresciuto fino a 430,2 mlioni di euro dai 391,2 milioni di fine 2011. Aumenta anche il free cash flow a 66,7 milioni di euro da 44,7 milioni, nonostante l’incremento del carico fiscale. Sulla buona performance di questa voce di bilancio ha influito la gestione del working capital e i costi più contenuti sugli interessi passivi. Buone notizie poi dal lato dell’indebitamento finanziario.

BORSA DI WALL STREET TOCCA NUOVI RECORD STORICI

Al 31 dicembre 2012 il debito del gruppo è diminuito a 305,8 milioni di euro da 351,8 milioni. La capacità del gruppo di generare flussi di cassa è servita anche per finanziare investimenti operativi per 35,4 milioni di euro, investimenti in acquisizioni per 12,6 milioni, pagare interessi passivi e oneri finanziari per 22,1 milioni e infine per distribuire dividendi agli azionisti per 8 milioni di euro. Il consiglio di amministrazione della società ha così deciso di proporre la distribuzione di un dividendo pari a 0,043 euro, in crescita del 16,2% rispetto a quello dell’anno precedente.

AZIONI ITALIANE CON I MIGLIORI DIVIDENDI 2013

Franco Moscetti, amministratore delegato di Amplifon, ha sottolineato che il gruppo ha resistito bene alla recessione nell’area euro nel corso del 2012. Moscetti ritiene che il gruppo ne è uscito rafforzato, grazie alla buona diversificazione geografica del business. C’è ottimismo per il futuro, ma la prudenza è d’obbligo considerando il contesto macroeconomico poco favorevole. Intanto, a Piazza Affari il titolo Amplifon guadagna il 2,04% a 4,312 euro: toccato il massimo più alto da agosto 2011 a 4,328 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>